“No alla nuova discarica ai monti dell’Ortaccio”. La protesta dei cittadini COMMENTA  

“No alla nuova discarica ai monti dell’Ortaccio”. La protesta dei cittadini COMMENTA  

E’ stata questa la dichiarazione fatta ieri dai presidenti dei municipi XV e XVI, Gianni Paris e Fabio Bellini, durante una conferenza stampa organizzata in mezzo alla strada, tra via della Pisana e via di Ponte Galeria. Con loro, i residenti delle zone interessate (Massimina, Malagrotta, Piana del Sole, Muratella, Casal Lumbroso e Monte Stallonara). Intanto la discarica di Malagrotta, invece di chiudere a giugno, ha ottenuto l’ennesima proroga.

Oggi la protesta si trasferisce in Via Cristoforo Colombo, sotto la sede del Ministero dell’Ambiente, dove si sono radunati circa 400 manifestanti che attendono l’incontro forse “definitivo” sul tema dei rifiuti, tra il ministro Corrado Clini, il prefetto commissario per l’emergenza rifiuti, Giuseppe Pecoraro, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, la governatrice del Lazio, Renata Polverini e il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.

Tanti i cartelli di protesta contro il sindaco e la Polverini, contro il prefetto Pecoraro il quale nei mesi scorsi ha individuato nella zona di Corcolle e in quella di Riano i luoghi adatti a ospitare provvisoriamente le discariche una volta che Malagrotta cesserà l’attività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*