“Vertigine” di Erica Arosio e Giorgio Maimone COMMENTA  

“Vertigine” di Erica Arosio e Giorgio Maimone COMMENTA  

E’ arrivato nelle librerie “Vertigine” (Dalai Editore), un bel giallo firmato da Erica Arosio e Giorgio Maimone.

La storia si ambienta nell’affascinante e vivace Milano degli anni’50, per intenderci quella del boom economico, il cui cuore batteva al ritmo della musica di Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci e si nutriva con le parole di Dario Fo, gli spettacoli di Giorgio Strehler e l’arte di Piero Manzoni.


E’ qui che facciamo la conoscenza di Greta Morandi, avvocatessa penalista dai capelli rossi che ha ereditato lo studio dal padre. Un giorno riceve una giovane donna di nome Iole, amante di un industriale morto da poco e che lei crede sia stato assassinato. Greta accetterà di aiutarla e si troverà di fronte un caso piuttosto intricato.


Tra le pagine un susseguirsi di colpi di scena, i cui protagonisti sono così vividi e veri che si riesce ad immaginarseli nelle case buie con le lampadine fioche, in mezzo alla nebbia dell’inverno meneghino, nei tribunali, nelle palestre di boxe, sulle barricate della politica.


Erica Arosio e Giorgio Maimone ci catapultano in suggestive e affascinanti “atmosfere alla Hitchcock”, reinventando con suggestione e passione un genere letterario tra i più amati.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*