10 auto più scomode per trovare parcheggio

Auto

10 auto più scomode per trovare parcheggio

auto più scomode
Le 10 auto più scomode da parcheggiare. Di seguito la classifica completa.

Quali sono le auto più scomode da parcheggiare?Di seguito la classifica delle prime 10: dalle Super Car più sportive alla Fiat 500.

Sicuramente il parcheggio è una delle manovre più complesse in caso di guida. Soprattutto se alla guida è una donna. Ma prendendo le distanze dai luoghi comuni, cerchiamo qui di classificare quali sono le auto più scomode da parcheggiare.

In aiuto al guidatore sono stati creati oggi, appositi dispositivi dislocati in vari parti della vettura. Questi in caso di necessità soccorrono il guidatore, che riesce grazie a questi, ad essere avvisato tempestivamente in caso di ostacoli o pericoli che impediscono la manovra.

Non solo, oltre ai classici sensori, ricordiamo anche i Park Assist. Il Park Assist, è un sistema di parcheggio automatico, che permette la manovra al guidatore con il supporto del dispositivo.

Vediamo di seguito la classifica delle 10 auto più complesse da parcheggiare.

Il podio delle auto più scomode

Tra le auto più scomode da parcheggiare il podio è sicuramente occupato dalle auto sportive. Queste, se usate in contesti inusuali, come quelli urbani, sono indubbiamente le auto più difficili da parcheggiare.

Sia la loro struttura, spesso rasente il terreno, sia i finestrini ridotti, che limitano la visibilità , infatti, fanno sì che la manovra si complichi anche per i piloti più esperti.

In cima alla classifica delle auto più scomode troviamo.

  • Maserati MC12: questa grande super car tutta italiana rientra tra le più complesse da parcheggiare. Questo risulta chiaro guardando la struttura dell’auto stessa. La visibilità è completamente ostacolata, per via del cofano motore, posto nella parte retrostante la vettura. Non solo a rendere ancora più complicata la manovra è lo spoiler, che sommato alla già limitata visibilità, l’annulla completamente. Inoltre si tratta di un’auto molto bassa, che induce a prendere dovute accortezza davanti a posteggi rialzati o zone in salita, che comunque rischierebbero di creare problemi alla carrozzeria esterna del veicolo.
  • Al secondo posto della nostra classifica troviamo l’Aston Martin DBS Volante: un’auto altrettanto bella e prestante a livello di estetica e motore, ma che presenta altrettanti problemi circa il suo mantenimento e il suo parcheggio!Proprio di quest’ultimo ci occuperemo.

    Nonostante infatti questo modello di vettura presenti una visibilità relativamente maggiore rispetto alla precedente, non può dirsi completamente semplice parcheggiare quest’auto.

  • Terzo posto per la Lamborghini Countach con le sue portiere che vantano un’apertura verticale, dal basso verso l’alto, anziché la classica dall’interno verso l’esterno. Tanto è complessa parcheggiarla che non è un caso che molti si sporgano con tutto il busto fuori dall’auto per completare la manovra. Limitata visibilità per quest’eccellenza automobilistica.

La classifica continua

Scendiamo dal podio e al quarto posto delle auto più scomode troviamo:

  • Ford GT: un modello unico anche questo, che necessità di molto spazio quando si parla di parcheggio. Parte del tetto è inglobato nelle portiere. E se parcheggiata vicino ad altre macchine non permette l’uscita del guidatore e del passeggero. Non solo, a rendere complesso ancor di più il parcheggio la limitata visibilità. Questa dovuta dal motore posto dietro l’abitacolo e dagli specchietti molto piccoli, forse troppo per una struttura del genere.
  • La Chevrolet Camaro si colloca al quinto posto.

    L’automobile americana, non ha nulla da invidiare alle sue compagne di classifica. Un vettura mastodontica, dove non sono gli specchietti né il motore nella parte posteriore dell’abitacolo a rendere difficile le manovre di parcheggio. Si tratta infatti della sua struttura. La sua struttura massonica, con il telaio spesso e i pneumatici altrettanto grossi, rendono complesse le manovre. In linea con lo stile americano, dove la grandezza prevale a discapito dell’agilità

Seconda parte della classifica

Rientrano in questa parte della classifica anche:

  • Ferrari F40: anche questa presenta le stesse difficoltà dei modelli precedenti. Il telaio basso, la poca visibilità e il pregio stesso dell’auto fanno sì che questo gioiellino renda complessa le manovre di parcheggio. Una super car potente e leggera che se utilizzata in contesti inusuali può rappresentare dei problemi. Attenzione ai dossi, ai parcheggi, alle zone comuni, attenzione a tutto!
  • Settimo posto per un altro mostro della strada: Dodge Viper, infatti rispecchia i canoni della super car potente e dinamica, che a livello di facilità di parcheggio rientra nella classifica pienamente.

    La lunghezza del cofano e i i finestrini piccoli limitano notevolmente la visibilità. Inoltre, anche in questo caso si ha a che fare con un modello basso, che induce a prendere le dovute accortezze in caso di manovre.

  • L’ottavo posto invece è occupato da BMW M3 Sport Evolution. Questo veicolo si discosta esteticamente dai modelli precedentemente menzionati. Di estetica molto più aggressiva e spessa, è un’auto dotata di minigonne che la rendono molto bassa, soprattutto nella parte anteriore. La visibilità invece è buona, essendo dotata di ampi finestrini che permettono un campo visivo esteso.
  • Porsche 911 Turbo. Tra le auto più scomode troviamo anche questo modello. Il Porsche, che in tutte le versioni di certo non rappresenta la macchina più comoda i assoluto, si classifica al nono posto di questa breve classifica. Non rappresenta una novità la sua struttura bassa, che si vede più spesso delle altre all’interno delle città. Un modello sportivo e potente che rifacendosi a queste esigenze, viene meno a quello di comodità ed efficienza.

    Limitato nella visibilità, sia per i finestrini piccoli che per il vetro posteriore, a cui si aggiunge lo spoiler di ingente grandezza. Non solo, ciò che generalmente contraddistingue i modelli sportivi è la seduta bassa nell’abitacolo della vettura. Peculiarità che non aiuta di certo nelle manovre di parcheggio.

Ultimo posto: Fiat 500

  • Al decimo e ultimo posto della classifica stilata qui troviamo la Fiat 500. Ebbene, per quanto inusuale possa sembrare, il modello del marchio tutto italiano, rientra nella classifica delle auto più scomode per trovare parcheggio. La vettura di fatto non sembra presentare proprio tutti i requisiti per effettuare un parcheggio comodo. La visibilità è limitata sia per i finestrini di dimensioni ridotte, che per i numerosi punti ciechi che si trovano all’interno dell’abitacolo. Nonostante ciò la Fiat 500 rientra nelle classifiche delle macchine più sicure. Ma non solo, è dotata di dispositivi di assistenza per i parcheggi, che aiutano notevolmente nelle manovre.

Rientrano in questa classifica anche tutte quelle auto che per dimensioni, rappresentano un vero e proprio problema per le manovre.

I Suv quindi, specialmente le serie più sportive, che alla funzionalità preferiscono l’assetto più dinamico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche