10 canzoni più famose dei Cure COMMENTA  

10 canzoni più famose dei Cure COMMENTA  

10 canzoni più famose dei Cure
10 canzoni più famose dei Cure

Una delle band che ha cambiato il nostro concetto di musica: andiamo a scoprire quali sono le 10 canzoni più famose dei Cure

I Cure a 37 anni di distanza, inondano di emozioni tutte le generazioni che li hanno attraversati.

Leggi anche: Gli Ulan Bator e la scena underground moderna

Il segreto sono le canzoni, alcuni capolavori immortali con la capacità di saper cambiare, di volta in volta. Post Punk, Dark Wave o Pop limpido, la band inglese ha dimostrato capacità compositive estremamente accattivanti, merito del valore inestimabile dei vari membri che si sono succeduti nei suoi quasi 40 anni di carriera.

Leggi anche: Gli Happy iniziano il 15 gennaio il loro tour in Italia

Non solo la bravura strumentistica e la voce di Robert Smith, ma anche la potenza del basso sprigionata da Simon Gallup, o la batteria di Laurence Tolhurst, o l’eclettismo sonoro di Porl Thompson.

Una piccola playlist di 10 canzoni che vuole rendere omaggio ad una realtà musicale che, nonostante un fisico non più perfetto e il trucco ormai fuori moda, non ha eguali nel vastissimo panorama contemporaneo, da decenni

Non è facile scegliere le 10 canzoni più belle dei The Cure, e come sempre bisogna fare una scelta: qui preferiamo mettere alcune delle prime, laddove dei giovanissimi Cure, con delle salde radici che già abbiamo analizzzato, iniziavano a cambiare il mondo della musica.

Queste canzoni saranno in buona parte suonate nei concerti italiani che i Cure terranno a breve e di cui abbiamo già iniziato a darvi conto.

L'articolo prosegue subito dopo

Intanto possiamo riascoltarle tramite Youtube o Spotify e aspettare i loro nuovi imperdibili live

1. “A Forest” da “Seventeen Seconds” (1980)

2. “The Hanging Garden” da “Pornography” (1982)

3. “M” da “Seventeen Seconds” (1980)

4. “Cold” da Pornography (1982)

5. “Three Imaginary Boys” da “Three Imaginary Boys” (1979)

6. “Killing an Arab” da “Boys don’t Cry” (1980)

7. “If Only Tonight we Could Sleep” da “Kiss me, Kiss me, Kiss me” (1987)

8. “Let’s go to Bed” da “Japanese Whispers” (1983)

9. “Inbetween Days” da “The Head on the Door” (1985)

10. “Play for Today” da “Seventeen Seconds” (1980)

Leggi anche

il-leggendario-geoff-tate-ex-queensryche-in-italia-per-3-date
Musica

Il leggendario Geoff Tate ex Queensryche in Italia per 4 date

Dopo i live del 2015 con gli Operation:Mindcrime, il vocalist che ha scritto parte della storia dell'heavy metal torna nel Nord Italia per 4 show unplugged! Grande evento per gli amanti della musica heavy metal di altissimo livello: Geoff Tate, il leggendario cantante dei Queensrÿche e ora degli Operation: Mindcrime, sarà infatti anche in Italia per un mini tour acustico, con il quale girerà tutto il Vecchio Continente. Il set intitolato “Building an Empire” dura ben due ore, nelle quali il vocalist dalla clamorosa estensione e dalle qualità interpretative fuori dal comune, ripercorre in maniera quasi inedita, grazie agli arrangiamenti Leggi tutto
About Modestino Picariello 463 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*