10 cose illegali nel mondo e non negli Usa COMMENTA  

10 cose illegali nel mondo e non negli Usa COMMENTA  

Esistono 10 inimmaginabili cose che alcuni governi hanno dichiarato illegali e che negli USA sono perfettamente legali.

Per prima cosa può sembrare strano, dato che la maggior parte delle console sono prodotte in Cina e che  i prigionieri cinesi sono costretti a giocare a World of Warcraft cosicché  il governo possa raccogliere il loro bottino e venderlo ad altri giocatori, ma la Cina non consente la vendita delle console di gioco. Il divieto ha avuto luogo nel 2000, quando il governo ha espresso la sua preoccupazione che la gioventù del paese sprecasse il proprio tempo a giocare invece di lavorare. Nonostante ciò, i giocatori sono ancora autorizzati a comprare i giochi non-console, rendendo il divieto praticamente inefficace, ed è questo probabilmente il motivo per cui esso non è ampiamente applicato.

Leggi anche: Chi è Gunther Schabowki


La Cina non è l’unico paese a non amare i videogiochi. La Grecia, infatti, ha fatto di più: volendo nel 2002 reprimere le macchinette  elettriche per il gioco d’azzardo, i legislatori hanno scritto la legge in modo così ampio da coprire tutte le forme di gioco elettronico, intendendo in tal modo anche i videogiochi. Sorprendentemente, qualcuno è stato anche catturato e arrestato per aver violato la legge scritta male giocando un MMO in un internet caffè. Fortunatamente, dopo aver ricevuto pressioni da parte dell’UE e di video giocatori di tutto il mondo, la legge è stata giudicata incostituzionale dalla fine dell’anno.

Leggi anche: Prezzi biglietti e scaletta Sting Parco delle Cascine Firenze 28 luglio 2016


Mentre l’esercito in Avatar è senza dubbio americano, l’idea di persone che parteggiano con una popolazione indigena contro una forza imperialista è qualcosa che alla Cina non è andata a genio. Ecco perché poco dopo l’uscita del film in Cina, le autorità hanno deciso che il film poteva essere visualizzato solo in 3D. Dato che ci sono pochissimi teatri 3D in Cina, la mossa è stata effettivamente un divieto sul film.


A molta gente non piace la moda emo, ma mentre non è così strano che un genitore raccomandi  ai propri figli di non indossare quella roba, è del tutto diverso quando tutto il governo prende una drastica posizione simile. Quando il governo russo stava cercando di fermare alti tassi di suicidio tra i ragazzi, però, hanno deciso che la moda emo era da biasimare. Il governo è arrivato al punto di definire lo stile emo come “una minaccia per la stabilità nazionale” prima di vietare alle persone di indossare tali vestiti nelle scuole pubbliche e negli edifici governativi. Ma i ragazzi cupi della Russia non devono preoccuparsi perché è ancora possibile ascoltare tutta la musica emo desiderata.

L'articolo prosegue subito dopo


Ma il divieto più assurdo è quello di reincarnarsi senza ottenere il permesso dello Stato cinese , ma la cosa davvero buffa è che il divieto si trova su una cosa che il Governo non può controllare in nessun modo. Ma, in realtà, la misura è il loro modo per prendere il controllo dei buddisti tibetani (tra cui il Dalai Lama stesso) cercando di governare una delle loro convinzioni più sacre.

Come in molti governi mediorientali, l’Iran odia la diffusione della cultura occidentale giudicata decadente. Al fine di proteggere meglio il proprio popolo dalla cultura europea e nord-americana, il governo iraniano ha vietato tutti i tagli di capelli che non sono inclusi nella propria lista di stili approvati dal governo. I barbieri che non riescono a seguire la legge possono essere arrestati e penalizzati da quando la legge è entrata in vigore.

Allo stesso modo, l’Arabia Saudita trova San Valentino una violazione delle credenze musulmane. Al fine di garantire che i residenti non si inviino segretamente regali per San Valentino, il governo obbliga tutti i fiorai e negozi di articoli da regalo a rimuovere qualsiasi cosa rossa, o comunque considerata un simbolo di romanticismo. A quanto pare il divieto di festeggiare San Valentino non è del tutto riuscito e il paese ha ora un fiorente mercato nero il giorno di San Valentino, dove gli appassionati possono acquistare rose rosse e altri simboli romantici a circa sei volte i loro prezzi normali.

In America è praticamente impossibile acquistare latte che non sia arricchito con vitamina D, ma in Danimarca questo sarebbe del tutto illegale. Ciò perché il Paese ha messo il divieto di tutti gli alimenti arricchiti, e vieta in modo efficace anche i cereali da colazione arricchiti.

Ma gli spuntini arricchiti non sono l’unica cosa a cui la Danimarca vuole porre fine. Il paese ha anche alcune delle regole più severe di tutto il mondo sul nome con cui dichiarare i bambini. In realtà, i cittadini del Paese possono solo selezionare i nomi da un elenco approvato dal governo o devono chiedere il permesso al governo stesso per ogni eccezione alla regola. Attualmente, l’elenco nomi ufficialmente approvato contiene solo 24.000 nomi circa.

Dopo le “rivoluzioni dei gelsomini” in Tunisia, i manifestanti cinesi sono stati ispirati a suscitare la loro rivoluzione. Come risultato, le autorità cinesi hanno represso non solo i ribelli, ma il fiore stesso. Infatti, ora  è vietato piantare gelsomini in tutto il paese, così come sono vietate le canzoni sui messaggi di fiori e di testo, tra cui la parola “gelsomino”.

gelsomini

 

 

 

 

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*