10 luoghi abbandonati più terrificanti e visitati in Italia COMMENTA  

10 luoghi abbandonati più terrificanti e visitati in Italia COMMENTA  

Quali dei luoghi abbandonati sono più frequentati dalla gente? Scopriamolo insieme in questa lista dei luoghi più visitati!

Spulciando tra i luoghi abbandonati, ci viene spesso da chiederci quanta gente sia curiosa come noi e abbia deciso di andare a vederli coi propri occhi. Oggi vi presentiamo una classifica dei 10 luoghi abbandonati di cui la gente non può proprio fare a meno.

Consonno (Lecco)

consonno

Della Las Vegas lombarda che non fu abbiamo già parlato in qualche occasione, ma in quanto uno dei paesini abbandonati più famosi, ne vale sempre la pena. E poi bisogna ricordare sempre che è un luogo di ritrovo per decine di rave party illegali: per questo si piazza solidamente in classifica.


Il bosco di Rezzato (Brescia)

visitati

C’è qualcosa di strano nel bosco di Rezzato. In mezzo agli alberi si trova una lastra di roccia, su cui compare il volto di una persona deformata dal dolore. Nessuno sa chi sia, o chi abbia scolpito quella che sembra essere una faccia antichissima. Ci sono due leggende dietro a questa strana faccenda: una parla di un uomo che scomparve nel bosco negli anni passati, un’altra dice che quella è la faccia stessa del diavolo. Ma nessuno sa da dove venga.


Il ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano (Lucca)

ponte-del-diavolo

Il ponte della Maddalena, nonostante la dedica religiosa, è diventato famoso nella zona come il Ponte del Diavolo. Stando alla leggenda, il capomastro che accettò l’opera si rese conto a metà dei lavori di non essere in grado di poterlo completare nei tempi previsti. Apparve quindi il Diavolo, che gli offrì di completare il ponte in cambio della prima anima della persona che lo avrebbe attraversato. Il capomastro accettò e, preso dai rimorsi, fece attraversare il ponte a un maiale. Il diavolo si vide così sconfitto.


La Valle del Diavolo (Toscana)

800px-fumarole_a_sasso_pisano

Non servono introduzioni. Quando Dante scrisse l’Inferno, si ispirò fortemente alla sua visita in questo posto desolato. Soffioni boraciferi, fumarole, geyser, un luogo inospitale che sembra essere uscito da un altro pianeta. Oggi, parte del luogo è dedicato alla produzione di energia geotermica, ecologica e sostenibile.

Il Cristo degli Abissi (baia di San Fruttuoso)

cristo-degli-abissi

Nel 1954, nelle acque tra Camogli e Portofino, fu collocata una statua di bronzo raffigurante Gesù Cristo. L’opera votiva era stata creata in memoria di un sub deceduto durante un’immersione: alta due metri e mezzo, veglia su tutti coloro che si avventurano con le bombole nelle profondità. E, con i suoi coralli e alghe che la coprono, ha lentamente assunto un aspetto sempre più inquietante.

Le cripte e gli ossari d’Italia

san_b3

Da San Bernardino a Milano alla Cripta dei Cappuccini di Roma, la passione gotica per decorare con le ossa dei morti non conosce confini. Non indichiamo un luogo preciso perchè nel nostro paese di posti del genere ce ne sono davvero tanti. Siamo un po’ tutti amanti del macabro.

Il parco dei mostri (Bomarzo)

bomarzo_monster

Gioiello del manierismo italiano, il parco è stato costruito nel ‘500 per volere di un principe, e ha statue di mostri immaginari, draghi, leoni e altre follie. Tradizione vuole che sorga su un antico luogo sacro; chissà se questo fatto è il motivo alla base della leggenda che dice che di notte le statue prendano vita

L'articolo prosegue subito dopo


Sfinge della Gallura

sfinge_gallura

foto di Sardegnanuragica.it

Formazione naturale o scultura umana? La sfinge guarda il nulla da parecchio tempo, anche se è stata scoperta solo di recente. Vuole la leggenda che al suo interno si trovi l’anima dell’eremita che viveva sulla roccia, il cui corpo è stato trovato alla base della sfinge.

Conoscete qualche luogo abbandonato nella vostra zona che la gente visita spesso? Fatecelo sapere!

1 / 7
1 / 7
  • Il volto del Diavolo dei Boschi. Foto di Armando Bellelli.
  • Leggende a parte, il ponte resta un capolavoro di ingegneria.
  • Le fumarole vicino a Sasso Pisano, un paesaggio allucinante.
  • Le alghe gli danno un aspetto incredibilmente sofferente.
  • L'Ossario di San Bernardino, col suo ambiente gelido e la gente in preghiera, è un posto che fa venire i brividi. Oh, e i teschi. Non dimentichiamo i teschi.
  • Spero che si sia lavato i denti.
  • Se è stata la natura, è un lavoro impressionante.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*