Le 10 migliori stampanti wi-fi

Le 10 migliori stampanti wi-fi

Tecnologia

Le 10 migliori stampanti wi-fi

stampanti

Alla scoperta delle dieci migliori stampanti wi-fi (prodotto in ascesa nel gradimento del pubblico) tra quelle attualmente a disposizione sul mercato.

L’era delle stampanti wi-fi

Sono passati anni da quando le stampanti erano delle periferiche prettamente da ufficio, e a un livello domestico erano spesso considerate men che opzionali. Era il periodo in cui per possedere una stampante in casa era necessario non solo fare un investimento particolarmente oneroso, ma anche attrezzarsi a dovere per alloggiare un dispositivo piuttosto ingombrante, sia per dimensioni che per quanto riguarda i collegamenti. Oggi è tutto (e se non tutto, una larga percentuale) diverso: le stampanti si sono ridotte quanto a dimensioni, e la connettività via cavo è stata progressivamente sostituita da sistemi wi-fi sempre più sofisticati, stabili e affidabili. Che si tratti di solo wi-fi, o anche di opzioni aggiuntive – tipo una connessione Bluetooth -, l’era delle stampanti wi-fi è ufficialmente iniziata, e non da ora.

Caratteristiche di una stampante wi-fi

Quali sono le principali caratteristiche che una buona stampante wi-fi deve possedere? Al di là di quelle prerogative che dovrebbero sostanziare qualsiasi dispositivo di questa famiglia (velocità di risposta, risoluzione, ingombro fisico, funzioni fax e scanner, supporto di diversi formati di fogli), e a prescindere dalla questione della connettività, le stampanti wi-fi dovrebbero possedere molteplici opzioni di connessione (perlomeno wi-fi direct e cloud printing) e una serie di ulteriori prerogative.

Tra queste, va assolutamente considerata la facilità di configurarsi senza problemi con altri dispositivi.

Disponibilità sul mercato

Come avviene quasi sempre in presenza di gadget elettronici di nuova generazione, anche nel caso delle stampanti wi-fi il lancio sul mercato è stato segnato, inizialmente, da prezzi sostenuti e conseguente difficoltà da parte dell’utente medio di procurarsi un esemplare di questa famiglia di device. Poi, poco a poco, i prezzi sono progressivamente scesi, o meglio: l’offerta si è diversificata e, accanto ai prodotti di fascia alta, hanno cominciato ad affacciarsi esemplari a basso costo, prodotti pensati per rifornire di tali dispositivi anche quella fascia di potenziali acquirenti con un potere di spesa ridotto. In questo modo, le stampanti wi-fi si sono rapidamente diffuse, e oggi chi le produce può dire con orgoglio di essere in procinto di raggiungere vette di vendite mai raggiunte neanche dalle stampanti tradizionali.

Ciò premesso, non resta che dare un’occhiata da vicino alle migliori stampanti wi-fi tra quelle attualmente presenti sul mercato.

– Dell B1265dfw MFP

Stampante di fascia media di ottima fattura, con una linea compatta ed elegante – valorizzata da un bel colore grigio antracite – e una serie di funzionalità che di norma non dovrebbero appartenere a questa fascia di prodotti.

Pratico tastierino numerico, funzione fotocopiatrice unita alla funzione fax, e soprattutto – questa è tra le prerogative principali – una connettività a prova di barriere architettoniche. Detto in altri termini: si tratta di un prodotto che reca impresse le stimmate del dispositivo di fascia alta, pur non essendolo completamente. Forse più adatto a un impiego domestico che a un uso da ufficio, anche se per un privato il prezzo potrebbe cominciare a costituire un ingombro.

– HP Officejet Pro X551dw

Dalla Hewlett Packard, un prodotto che si propone con forza come uno dei più eleganti, quasi degno di essere considerato qualcosa di simile a un oggetto di design. Il costo è piuttosto sostenuto, ma le prestazioni ripagano abbondantemente l’investimento. Ottimo per stampare documenti testuali, eccellente per quanto riguarda le immagini, soprattutto in virtù di un’eccellente risoluzione, unita a una spiccata capacità di riprodurre i colori con precisione e intensità. Anche dopo un uso prolungato, le sue prestazioni rimangono costanti.

Oltre a una buonissima connettività wi-fi, funziona egregiamente anche la connessione LAN via cavo, just in case.

– Canon MG5750 Pixma

Quello che un tempo era riconosciuto come uno dei colossi per eccellenza delle macchine fotografiche (specialmente quelle appartenenti al periodo analogico della fotografia) e più in generale dei sistemi di riproduzione statica delle immagini, si è lanciato da tempo nel mercato dei dispositivi di stampa wi-fi, senza venire meno alle sue prerogative principali. Vale a dire: qualità, prestazioni e durata nel tempo. Non fa eccezione questo prodotto di fascia medio-bassa – come dimostra anche il prezzo, decisamente per tutti -, che somiglia alla lontana a un monolite nero di kubrickiana memoria. Le prestazioni di questo piccolo ma completo apparecchio sono più che considerevoli, e non si sostanziano semplicemente nella più che dignitosa risoluzione delle immagini, nelle varie opzioni di stampa, e nella connettività praticamente blindata e a prova di ogni barriera, anche se il computer di riferimento è alloggiato lontano, ma anche in una cura per il design alquanto insolita per prodotti di questa fascia di prezzo.

– Brother HL-S7000DN70

Da un marchio originario del Giappone, invero non molto conosciuto ma in rapida ascesa sul mercato internazionale (eppure esiste da oltre 80 anni, per la precisione dal 1934), un prodotto inkjet di fascia top e di stazza media, dalle prestazioni semplicemente sorprendenti.

Ottima risoluzione delle immagini, è l’ideale per abbinare una produzione di stampe testuali a una di stampe grafiche: insomma, si parla di un prodotto che sembra fatto apposta per studi di architettura, compagnie che operano nel ramo immobiliare, o anche in società finanziarie che usano produrre documenti ricolmi di grafici e schemi. Buona anche la connessione Ethernet che affianca il wi-fi, questo prodotto ha un solo grande difetto: pur essendo pensata per impieghi, per così dire, da ufficio, non prevede il supporto del formato di carta A3.

– Brother HL-3140CW

Dalla stessa marca di cui sopra, un dispositivo che si colloca, per molti versi, agli antipodi. Parliamo, infatti, di una stampante LED ad alta velocità e dal prezzo bassissimo, sufficientemente compatta (17 KG di peso) ma dalle prestazioni di base più che garantite. Se il precedente modello era l’ideale per gli uffici e gli studi di grossa taglia, questo è pensato specificamente per un utilizzo domestico, magari per uno studente o per un libero professionista, in ogni caso per un acquirente in possesso di un budget limitato.

Ciò malgrado, sia le funzioni principali che la definizione del documento sono assicurate su uno standard più che accettabile, così come la connettività.

– HP OfficeJet 5740

La famiglia OfficeJet di Hewlett Packard è tra le più celebri e utilizzate nel mondo delle stampanti, grazie a un rapporto tra qualità, prestazioni e prezzo decisamente vantaggioso. Meno (molto meno) di cento euro per un prodotto di questa qualità equivale a un affare difficilmente ripetibile, anche per un mercato in veloce espansione come quello che lo riguarda. La risoluzione non è eccezionale, ma risulta più che sufficiente per un impiego domestico incentrato prevalentemente su produzione di stampe testuali. Certo, se l’obiettivo è stampare immagini a colori in alta risoluzione, non è questo l’apparecchio che fa per voi: se invece dovete solo stampare la vostra tesi di laurea e qualche CV, potete farci sicuro affidamento.

– Epson XP-245

Prodotto ultraeconomico (meno di cinquanta euro) e ultracompatto (meno di 4 KG di peso), rappresenta uno degli esponenti più autorevoli della produzione a bassissimo costo della casa di produzione di hardware con sede in Giappone.

La politica del very low budget sembra dare i suoi frutti, dal momento che questo prodotto è tra i più venduti su Amazon per quanto riguarda la famiglia delle stampanti wi-fi, con una pletora di recensioni dalla media altissima. La connettività non è delle migliori, nel senso che ha una portata molto limitata, ma d’altro canto stiamo parlando di una stampante da scrivania, che non deve essere tenuta troppo lontana dal PC o dal Mac di riferimento.

– Canon Pixma MX495 BK

Con le offerte di cui questo prodotto può giovarsi in questo momento, si tratta di un affare difficilmente ripetibile. Parliamo infatti di una stampante dal coefficiente di risoluzione degno di un prodotto di gamma top, che garantisce immagini a colori di grande impatto. Piccola, di un bel colore nero antracite, efficiente e con una eccellente velocità di risposta. Anche la connettività risulta ben oliata, e può giovarsi di un sistema di cloud printing affidabile e performante. Unica, parziale controindicazione: le cartucce non sono tra le più facili da trovare in commercio, ed è necessario faticare un po’ per farne una buona scorta (operazione più che opportuna, dal momento che si consumano piuttosto velocemente).

– HP ENVY 4520

La più compatta (ma non la più leggera: siamo leggermente sopra i 5 KG), ideale per un impiego da scrivania di un ufficio open space oppure per un uso di natura domestica. Prestazioni all’altezza della situazione: non eccelle praticamente in nulla, ma garantisce in ogni caso funzioni al di sopra della media. La connettività wi-fi è solida e veloce, ma ha una gittata molto limitata: non che dobbiate tenerla quasi a contatto con il computer (altrimenti a cosa servirebbe una connessione wi-fi?), ma neanche in una stanza attigua. Certo, per lo studente con la necessità di stampare la tesina per l’esame del giorno dopo è l’ideale.

– HP OfficeJet 4650

Altro prodotto – l’ennesimo – della sterminata famiglia OfficeJet, dotata di un tastierino digitale su schermo LCD. Compatta ed efficiente, garantisce una resa ottimale e di lunga durata a un prezzo decisamente irrisorio. Anche in questo caso, la connettività, per quanto solida e affidabile, non presenta una gittata particolarmente ampia, pertanto per funzionare al meglio la stampante non deve trovarsi a grande distanza dal computer che la governa. In compenso, le cartucce si trovano facilmente (altra prerogativa consolidata della famiglia OfficeJet), e costano relativamente poco; inoltre, la prima è inclusa nella confezione, per iniziare a utilizzare l’apparecchio subito dopo averlo ricevuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche