10 stranezze della medicina

Style

10 stranezze della medicina

In campo medico se ne sentono di casi bizzarri, ma questi che abbiamo raccolto per voi sono davvero assurdi. Sul sito “LiveScience” sono state selezionate le malattie più terrificanti, nei confronti delle quali la maggior parte dei medici ha dovuto passare per varie ipotesi prima di addivenire ad una soluzione.

  • Al primo posto di questa originale “classifica” vi è il caso di un’insegnante di 67 anni, che soffre di allucinazioni provocate dall’occhio stesso. In pratica la signora, che non soffre di disturbi psichici e non assume droghe, vede sporgersi su di lei delle facce con occhi e lunghi denti affilati.

    I medici le hanno diagnosticato una degenerazione maculare. Il cervello era portato a rielaborare alcune forme che, per quanto terrificanti, fossero identificate come familiari, mentre il resto della “visione centrale” restava praticamente al buio.

    Il disturbo è quindi causato da un’erronea interpretazione del cervello, e scompare quando questo risponde correttamente all’input sensoriale.

  • Al secondo posto tra i casi più bizzarri della medicina vi è quello dello “stuzzicadenti nel fegato”.

    Una donna di 45 anni si sentiva sempre debole e spesso non riusciva a mangiare. Quando i medici le hanno fatto una radiografia per accertare la causa del suo stato di salute, hanno scoperto uno stuzzicadenti che la donna aveva ingerito erroneamente e che aveva raggiunto il tratto digestivo del fegato.

  • Altro caso decisamente bizzarro è quella di una trentunenne che, per 16 anni, non ha mai bevuto acqua, bensì Coca-Cola. Quando la salute ha cominciato a vacillare, la ragazza ha dovuto confessare ai medici la sua strana quanto insalubre abitudine. I medici le hanno imposto una dieta sana e naturalmente le hanno vietato di bere ancora la famosa bevanda gassata.

    Dopo poco tempo la donna è stata di nuovo meglio e i suoi valori sono ritornati nella normalità;

  • Ci sono conseguenze per chi dovesse decidere di fare un tatuaggio sul pene. Un ragazzo iraniano di 21 anni si è tatuato sul membro la lettera “M” (iniziale del nome della sua fidanzata) insieme all’augurio “Buona fortuna per i tuoi viaggi”. Dopo otto giorni di dolore intenso e tre mesi con il pene in semi-erezione, il giovane si è rivolto ad un medico. Nonostante i vari tentativi di drenare il sangue in eccesso, il pene ha deciso di restare in piedi senza cedere minimamente;
  • Questo caso abbastanza strano riguarda un altro ragazzo iraniano di 19 anni. Il giovane decide di eliminare una massa tumorale sotto alla pupilla. Il tumore si accompagnava alla crescita di peli all’interno dell’occhio e per questo si è ritenuto necessario intervenire;
  • Al sesto posto in classifica troviamo il caso di un uomo di 55 anni che si è ritrovato con una strana cataratta nell’occhio a forma di stella. A quanto pare la natura ha provveduto da sola a creare una cataratta dall’aspetto diverso e sicuramente più bella da vedere;
  • E che dire di una overdose di salsa di soia? E’ successo ad un ragazzo diciannovenne che per sfida ha consumato un litro di salsa di soia. Dopo di che è caduto in coma per tre giorni. Il giovane ha dovuto bere 1.5 litri di acqua e zucchero per riportare i valori di sodio alla normalità nell’organismo. Quando si è risvegliato, per fortuna, non ha riportato alcuna conseguenza;
  • Altro caso strano che i medici si sono ritrovati davanti è quello di una signora di 87 anni che accusava dolori forti ogni volta che mangiava. Aveva cominciato a dimagrire visibilmente e si è rivolta ai dottori. Questi le hanno trovato un “esofago a chiocciola” che si contrae creando strozzature durante l’ingestione del cibo. Per questo raro disturbo però non esiste alcun rimedio;
  • Il dottor Amy Gelfand, neurologo presso l’Università della California, ha scoperto in un suo paziente una forma particolare di cefalea sessuale: la porno-cefalea. L’uomo che ne è colpito accusa forti mal di testa mentre si ritrova a guardare immagini pornografiche. Secondo alcuni medici il dolore alla testa sarebbe la conseguenza di contrazioni mandibolari e del collo, secondo altri si tratta della riposta all’eccitazione sessuale da parte dei nervi e dei vasi sanguigni;
  • Altra sindrome alquanto strana è quella denominata “Women’s Foot Orgasm”: nessuno la conosceva prima di Giugno scorso. Una donna di 55 anni ha iniziato a provare 5-6 orgasmi giornalieri che partivano dai piedi e arrivavano alla vagina. Il fenomeno implica un collegamento di tipo neurologico, e non ha alcun nesso con il feticismo. La donna aveva subito un intervento chirurgico che aveva provocato danni alle fibre nervose dei piedi, e le stesse si collegano anche alla vagina. Quando le fibre nervose dei piedi si sono rigenerate la risposta del cervello ha coinvolto anche quelle dell’organo sessuale. Gli indesiderati orgasmi sono stati placati con l’ausilio di un anestetico.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...