10 verità sulla Bibbia a cui non crederesti mai COMMENTA  

10 verità sulla Bibbia a cui non crederesti mai COMMENTA  

bibbia

Quante delle cose che conosci sulla Bibbia sono realmente presenti in essa?

La Bibbia, testo sacro per cristiani ed ebrei, è fortemente radicata nella nostra cultura.

Tutti ne conoscono la storia, almeno a grandi linee. Però solo gli esperti sanno che molte delle vicende che pensiamo essere vere sulla Bibbia in realtà sono solo falsi miti.

Eccone alcuni:

  1. Non c’è nessuna mela nella Genesi. Infatti viene solo detto che Adamo ed Eva mangiarono un frutto preso da un albero.
  2. Il purgatorio e il limbo non esistono nella Bibbia.

    Sono stati introdotti come credenza solo durante il medioevo e resi “famosi” grazie alla Divina Commedia.

  3. Nemmeno i 7 peccati capitali sono presenti nel testo sacro.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Gesù nomina solo due principi “Ama il prossimo tuo come te stesso” e “Ama il Signore Dio tuo con tutto il corpo, l’anima e la mente”. Da questi due dettami poi alcuni monaci, tra cui Giovanni Climaco, derivarono i sette peccati.
  4. Gesù, al contrario di quanto crediamo, non è nato il 25 dicembre. Ciò non è scritto da nessuna parte nella Bibbia, e gli indizi farebbero pensare più al periodo estivo. Il 25 dicembre è stata la data scelta per comodità dalla Chiesa Cristiana. Questo successe nel periodo delle conversioni perché era una data molto vicina al 21 dicembre, importante festa pagana per il solstizio d’inverno.
  5. I 3 magi non erano davvero tre. Non viene precisato nel Vangelo il numero esatto di magi, viene solo detto che i doni ricevuti da Cristo furono 3.
  6. Una cosa che invece è scritta nel nuovo testamento, ma che in pochi sanno, è che Gesù aveva dei fratelli. Ciò fu dimenticato dopo che nel 553 d.c. al concilio di Costantinopoli, fu istituito il dogma della verginità perpetua di Maria.
  7. Il battesimo non è da impartire ai bambini. Gesù fu infatti battezzato solo a 30 anni da Giovanni Battista. Nella Bibbia infatti è scritto che solo chi ha creduto può essere battezzato e salvarsi.
  8. La maggior parte degli apostoli era poco più che adolescente e non adulta come siamo abituati a credere. Questo si può dedurre da una particolare vicenda. Quando gli apostoli andarono a Capernarum, pagarono il tributo per entrare in città solo Pietro e Gesù. Gli altri quindi erano molto giovani, poiché solo questa fascia della popolazione era esentata dalle tasse.
  9. Non esiste la Transustanziazione. Essa fu introdotta solo nel medioevo dalla Chiesa. Nella Bibbia Gesù spezza solo il pane.
  10. Non dovrebbe esistere alcun intermediario tra Dio è l’uomo, a parte Gesù.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*