12 giugno 1897: Viene brevettato il coltellino svizzero

Storia

12 giugno 1897: Viene brevettato il coltellino svizzero

Fin dal 1891 l’azienda di coltelli Victorinox, fondata da pochi anni dall’imprenditore Karl Elsener e con sede ad Ibach, nel cantone di Svitto, era la fornitrice ufficiale di coltelli per i soldati dell’esercito svizzero. Ad Elsener venne l’idea di trasformarli in utensili multifunzionali che potessero rivelarsi utili in più occasioni. Il primo modello di questo particolare coltellino aveva il manico di legno ed era dotato oltre che della lama anche di un cacciavite, di un punteruolo e di un apribottiglie. Nel 1897 sempre Elsener sviluppò un particolare meccanismo a molla che permetteva ai diversi utensili di essere contenuti e facilmente estraibili dallo stesso manico. Era nato il coltellino svizzero (Swiss Army knife) come lo conosciamo oggi. Il colore rosso caratteristico del manico non è, come molti pensano, un omaggio alla bandiera elvetica, ma fu scelto per essere visibile dopo un’eventuale caduta nella neve. Ogni anno la Victorinox rifornisce di 50.000 esemplari l’esercito e oltre 7 milioni sono quelli esportati in tutto il mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

lingue ufficiali in Svizzera
Cultura

Che lingua si parla in Svizzera

19 ottobre 2017 di Notizie

I 26 cantoni autonomi in Svizzera hanno ognuno una propria lingua ufficiale. Quale sarà allora la lingua nazionale dello Stato elvetico? Andiamo a scoprirlo.