13 luglio 1814: Nascono i Carabinieri COMMENTA  

13 luglio 1814: Nascono i Carabinieri COMMENTA  

Prendendo a modello la Gendarmerie francese, il re di Sardegna Vittorio Emanuele I istituì con delle Regie Patenti il corpo dei Carabinieri Reali, una forza armata d’elite che avrebbe avuto non solo la mansione di garantire l’ordine pubblico, funzione precedentemente svolta dai volontari dei Dragoni di Sardegna e dal corpo dei Reali Cavalleggeri, ma anche compiti di difesa militare.

Il nome deriva dalla loro arma di ordinanza, la carabina, un fucile accorciato. I primi effettivi vennero scelti tra i migliori dell’esercito sabaudo e affidati al generale Giuseppe Thaon de Revel, il primo Comandante dell’Arma.

Il loro battesimo del fuoco avvenne nella Battaglia di Grenoble, il 6 luglio 1815, nel corso nella riconquista piemontese della Savoia dopo la sconfitta di Napoleone a Waterloo.

Da allora hanno preso parte a tutte le guerre combattute dal Regno di Sardegna prima e dal Regno d’Italia, poi Repubblica, dopo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*