13 Reasons Why: le frasi più belle della serie su Netflix COMMENTA  

13 Reasons Why: le frasi più belle della serie su Netflix COMMENTA  

13 Reasons Why

Divenuta di culto in un tempo record, 13 Reasons Why è una vera e propria miniera di frasi memorabili: scopriamone alcune.

13 Reasons Why: culto annunciato

Torniamo a parlare di 13 Reasons WhyTredici in italiano -, la nuova serie targata Netflix, divenuta di culto ancora prima di essere distribuita. Merito della reputazione del romanzo originario 13, dello scrittore Jay Asher, e del buon lavoro di trasposizione messo in atto dallo showrunner Brian Yorkley, capace di restituire con credibilità la trattazione di argomenti delicati come il bullismo, la violenza sessuale e il suicidio, declinati in chiave di romanzo di formazione adolescenziale.


Rapida diffusione

Il successo fulmineo di 13 Reasons Why (che vede Selena Gomez, già fan del romanzo, tra i produttori esecutivi) è testimoniato anche dal moltiplicarsi dei canali di diffusione più o meno ufficiali, mediante i quali vedere la serie. Una congerie di piattaforme di streaming online che, pur non completamente all’interno di un contesto di legittimità, stanno regalando gloria supplementare – moltiplicandone in maniera indiscriminata il pubblico – alla serie.


I segreti del successo

Al di là delle tematiche, una delle chiavi del successo di 13 Reasons Why è sicuramente la credibilità e la contemporaneità dei personaggi, interpretati ottimamente da un bel combo di attori. A fare da contraltare a questi ultimi, e soprattutto a innervarne le performance, provvede la brillantezza dei dialoghi. E a dimostrazione di tale assioma, vi proponiamo un estratto di alcune battute particolarmente brillanti presenti nella serie.


Frasi da ricordare

– Ci sono tanti tipi diversi di solitudine. Non parlo di quando ci si sente soli in mezzo alla folla, quello succede sempre, a tutti. E non è la solitudine di chi cerca l’amore, o di chi viene preso in giro dai ragazzi popolari. La solitudine di cui parlo è di quando pensi di non avere più niente. Niente. E nessuno. Stai affogando, e nessuno ti tira una fune.

L'articolo prosegue subito dopo

– A volte le cose succedono. Succedono e basta. Non puoi farci niente. Ma è ciò che fai dopo che conta. Non conta ciò che succede, ma come decidi di reagire.
– Forse siamo più di quello che appare. O meno. Forse nessuno di noi è quello che sembra.
– E voi altri, tutti quanti voi, vi siete accorti delle ferite che mi avete provocato? No. Immagino di no.
– Ci sono tante cose sbagliate nel mondo. C’è tanto dolore. Non sopportavo di sapere che l’avevo reso peggiore. Non sopportavo di sapere che non sarebbe mai migliorato.
– Gli amici servono. Soprattutto se la tua vita sta andando di merda.
– Sembrava che, qualunque cosa facessi, deludessi sempre qualcuno.
– Non si può rivivere il passato. O quello che noi crediamo essere il passato. Quello che hai è solo il presente.
– Apri il cuore a una persona e va a finire che tutti ridono.
– Ma tu non sai com’è camminare per i corridoi. Non ti sei sentito gli occhi addosso. Non hai sentito bisbigliare.
– Vorrei morire… Ci ho pensato tante volte anch’io. Ma è una cosa difficile da pronunciare ad alta voce. Ed è ancora più terribile renderti conto che forse lo vorresti davvero.
– Vorrei che tutto quanto si fermasse. Le persone. La vita.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*