Roma, 14enn minacciata sui social cambia scuola: denunciato branco

Roma, 14enne minacciata sui social cambia scuola: denunciato branco

Roma

Roma, 14enne minacciata sui social cambia scuola: denunciato branco

bullismo

Bullismo parola che ultimamente è diventata clamorosamente di moda che va a colpire i giovanissimi. A Tivoli l'ennesima storia di violenza su una 16enne

Una delle piaghe sociali più forti in questo ultimo periodo è certamente il bullismo. Atto che va a colpire giovani e giovanissimi soprattutto nelle scuole, non solo alle superiori ma pure alle medie inferiori. Non manca giorno che non esca una notizia in tal senso.

La storia ha come involontaria protagonista una ragazzina 14enne di Tivoli, il luogo è la scuola. La giovane in questione questa volta è riuscita a trovare il coraggio per parlare coi genitori che, a loro volta, hanno denunciato il fatto alla Polizia che ha poi dopo una serie di indagini hanno identificato e denunciato i giovani che, come accade sempre in questi casi, facevano parte di un branco.

A comporlo erano almeno una decina tra ragazzi e ragazze. Di questi però solamente sei sono stati denunciati in quanto gli altri risultavano troppo giovani. Il cosiddetto “capo della gang” era addirittura una ex compagna di scuola di “appena” 14 anni.

Il branco agiva non solamente in presenza della 16enne ma anche con insulti, minacce e quant’altro tramite i social.

Giornalmente la ragazzina veniva attaccata dai vari “personaggi” del branco e denigrata costantemente con violenze che non erano solamente psicologiche ma talvolta diventavano anche fisiche.

Molto usati pure i social come Facebook e WhatsApp tramite i quali inviavano veri e propri messaggi intimidatori del tipo “devi morire bruciata” oppure proseguivano con “ucciditi sei una fallita” ed altri ancora.

La ragazzina aveva provato a estraniarsi dalla vicenda chiudendo i vari profili social ma non era riuscita ad uscire completamente dalla brutta vicenda. La capobranco però aveva trovato il modo di proseguire ad insultarla tramite i numeri di cellulari di comuni amici.

L’incubo poi era proseguita con alcune spedizioni punitive dopo che la ragazza aveva cambiato scuola. Una prima spedizione sotto casa era fallita per l’intervento del padre. La seconda più cruenta era partita da una del branco che aveva dato appuntamento alla malcapitata. In strada era poi stata accerchiata e presa a schiaffi, calci e insulti.

Per sua fortuna l’intervento di alcuni passanti aveva scongiurato il peggio.

La Squadra Mobile di Tivoli e Guidonia, dopo che i genitori della ragazzina che aveva subito bullismo avevano denunciato il fatto e dopo che la stessa ragazza aveva smesso la normale vita quotidiana abbandonando pure la scuola, hanno effettuato varie indagini, ricostruito i fatti e identificato i componenti del branco.

Alla fine sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria in sei, tutti con oltre 14 anni. La storia si è così chiusa ma le ferite nello spirito della ragazza di certo non si sono assolutamente rimarginate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche