15 cose che da vecchio rimpiangerai di non aver fatto prima COMMENTA  

15 cose che da vecchio rimpiangerai di non aver fatto prima COMMENTA  

anziani

La vecchiaia è una tappa della vita che aspetta chiunque al varco. Certo, arrivarci in buona salute è importante, ma sarebbe anche bello invecchiare senza tanti rimpianti. Ci sono cose della vita, infatti, che vanno fatte quando si è giovani e pieni di forza e vigore psico-fisico. Ecco un elenco di 15 cose che forse sarebbe meglio aver fatto prima di diventare vecchi.

Leggi anche: 2016 anno dei lutti: da David Bowie a Muhammad Ali


1)    Non aver imparato un’altra lingua: è sempre utile conoscere una lingua straniera, ed è frustante accorgersi di averne studiato una per otto anni a scuola senza ricordare nulla al momento opportuno;

2)    Non aver viaggiato quando se ne è avuta la possibilità: programmare un viaggio è sempre più difficile quando si ha una famiglia e si deve pagare per tutti.

Leggi anche: Terremoto Taiwan, scossa di magnitudo 6.4. “Almeno 14 morti. Non c’è pericolo tsunami”

Certo questa crisi economica non facilita le cose;

3)    Aver rinunciato alla protezione solare: esporsi ai raggi solari in modo selvaggio favorisce la comparsa di nei, rughe e tumori alla pelle;

4)    Aver perso tempo dietro ad un rapporto che non dava nulla: quanto tempo ed energie sprecate in una relazione d’amore il cui epilogo era già segnato? E’ un errore molto comune, purtroppo quel tempo non viene più restituito;

5)    Avere avuto paura di fare delle cose: in genere, tornando indietro, si tende sempre a chiedersi il perché di certi timori stupidi o privi di ragione;

6)    Non aver visto gli artisti preferiti esibirsi dal vivo quando se ne è avuta l’occasione: potrebbe essere tardi, e non verificarsi un’altra possibilità;

7)    Non aver recitato un ruolo che ci piaceva interpretare: è davvero triste sentire un anziano che esclama: “peccato, potevo farlo e non l’ho fatto”;

8)    Non aver fatto dell’attività fisica una priorità: i danni della sedentarietà si ritroveranno tutti quando si invecchia;

9)    Non aver dato il meglio a scuola: ci si rende conto troppo tardi di quanto tempo si è perso a studiare quando si poteva soltanto stare più attenti in classe.

I voti inoltre possono essere fondamentali nel determinare come sarà la vita professionale;

10)  Non aver smesso di fare un lavoro orribile: è vero, c’è crisi e avere un lavoro è quasi un miracolo.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma non per questo bisogna tenersi stretta un’occupazione che non soddisfa e anzi provoca malessere, salvo svegliarsi tra quaranta anni e capir di aver vissuto un inferno;

11)  Aver dato retta troppo a ciò che pensano gli altri: è un errore comune seguire i consigli altrui penalizzando il proprio istinto. Quando si invecchia è dura ammettere di aver vissuto un’esistenza voluta dagli altri e non scelta personalmente;

12)  Non aver ascoltato i consigli dei genitori: sono forse le uniche persone delle quali si rimpiange di non aver ascoltato i consigli in giovane età. La maggior parte delle cose che hanno detto sulla vita si è effettivamente realizzata;

13)  Non essersi fermati abbastanza a godere alcuni momenti: da giovani si va troppo di fretta e non si è capaci di fermarsi ad ascoltare il mare, per esempio, o a guardare il cielo. Prendersi ogni tanto del tempo per se stessi è una cosa da fare a qualsiasi età;

14)  Aver trascurato i denti: non aver curato i denti da giovani ha sicuramente ripercussioni in età avanzata, quando può essere indispensabile ricorrere alla dentiera;

15)  Non aver giocato a sufficienza con i bambini: spesso ci si accorge troppo tardi che non si è dedicato il giusto tempo ai propri figli. E’ dura ammetterlo quando sono loro a non aver più tempo da dedicare a te!

 

Leggi anche

Giallo di Foggia: ritrovato cadavere di donna carbonizzato
Cronaca

Giallo di Foggia: ritrovato cadavere di donna carbonizzato

Un vero orrore quello di Borgo Mezzanone, pochi chilometri da Foggia. E' stato ritrovato  il cadavere di una donna, quasi del tutto  carbonizzato.   La scoperta è di questa mattina intorno alle 7,30. Un ospite del Centro accoglienza si è accorto del cadavere che stava sotto ad un vigneto. L'uomo stava andando a piedi a lavoro come bracciante agricolo, ed ha subito avvisato i carabienieri. I carabinieri sul posto ha scoperto il cadavere, cadavere di una donna disteso per terra nel cuore della campagna, a più o meno 300 metri dall'uscita del Cara. La donna era seminuda e pare che Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*