2 giugno, Festa della Repubblica italiana: la storia e gli eventi

Cultura

2 giugno, Festa della Repubblica italiana: la storia e gli eventi

Venerdì 2 giugno si celebra la Festa della Repubblica. Molti sono a conoscenza di questa giornata di festa ma non tutti sanno il motivo per il quale si festeggia. Bisogna subito partire dicendo che la Festa della Repubblica non si è sempre celebrata il 2 giugno; per molti anni cadeva la prima domenica di giugno in modo da non far perdere un giorno di lavoro agli italiani.

Festa della Repubblica, la storia

La Festa della Repubblica italiana si celebra il 2 giugno perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani, dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista), scelsero di far diventare l’Italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia.

Ancora più importante è il fatto che poterono votare, per la prima volta, anche le donne, con il ben noto suffragio universale. Il 18 giugno di quello stesso anno fu dichiarata la nascita della Repubblica Italiana, con oltre 12 milioni di italiani che votarono per essa.

Le votazioni misero in risalto lo spaccato sociale dell’epoca: al Nord vinse di netto la Repubblica mentre al Sud e nei centri rurali i voti andarono alla Monarchia.

Solo nel 1948 si decise di istituire questa festa, fissando il 2 giugno come data cardine. Fino al 1977, dunque, la Festa della Repubblica si celebrava sempre lo stesso giorno poi, per questioni economiche legate al lavoro e il fatto di non perdere giorni produttivi, si decise di spostarla alla prima domenica del mese. Solo con il Governo Amato, dal 2000, si decise di ristabilire quella del 2 giugno con tutte le celebrazioni che seguono (la legge 336 del 20 novembre 2000).

Celebrazioni

La Festa della Repubblica è una giornata importante per la nostra storia e ricca di grandi iniziative e cerimonie ufficiali. Dal 1948, per esempio, in via dei Fori Imperiali, a Roma, si tiene una sfilata militare in onore della Repubblica. Negli ultimi anni la sfilata è stata semplificata, per renderla meno costosa e alcuni reparti delle forze armate (per esempio i mezzi corazzati), non sfilano più: con le loro vibrazioni mettevano a rischio i monumenti antichi che sorgono nella zona.

La cerimonia prevede la deposizione di una corona d’alloro al Milite Ignoto, simbolo di tutti i caduti in guerra e che non sono mai stati riconosciuti, presso l’Altare della Patria.

A seguire, una parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato (Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, tutti i ministri ecc…).

I festeggiamenti nella Capitale italiana proseguono nel pomeriggio con l’apertura al pubblico dei giardini del palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica Italiana, con concerti delle bande dell’Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, dell’Aeronautica Militare Italiana, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato e l’esibizione delle Frecce Tricolori, dieci aerei, di cui nove in formazione e uno solista, che compongono la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo.

Festa della Repubblica, le altre feste simili

In tutto il mondo, si festeggiano date simili alla nostra Festa della Repubblica. Le feste nazionali nel mondo coprono tutto il calendario. Il 4 luglio gli Stati Uniti festeggiano l’indipendenza e il 14 la Francia la presa della Bastiglia.

È festa nazionale il primo giorno dell’anno a Cuba, in Sudan e Haiti, per la Namibia cade il primo giorno di primavera. In Portogallo c’è il 25 aprile della rivoluzione dei garofani. Il giorno di Natale in Pakistan si ricorda il padre della patria Mohammed Ali Jinnah nell’anniversario della sua nascita. In Messico c’è il Cinco de Mayo. Congo, India ed entrambe le Coree festeggiano l’indipendenza a Ferragosto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

lingua ufficiale in Canada
Cultura

Che lingua si parla in Canada

19 ottobre 2017 di Notizie

Le lingue ufficiali del Canada sono due: francese e inglese. Perché questa doppia madrelingua? Scopriamo qualcosa in più della storia canadese.