20 aprile 1902: I Curie isolano il radio COMMENTA  

20 aprile 1902: I Curie isolano il radio COMMENTA  

I coniugi Curie, il professore di fisica francese Pierre e la chimica polacca naturalizza Maria Skłodowska, dedicarono gran parte della loro vita allo studio del fenomeno della radioattività.

Nel loro laboratorio di Parigi notarono che piccole quantità di pechblenda, un minerale proveniente dal giacimento di Jachymov, in Boemia, erano più radioattive di quanto sarebbero state se fossero state composte da uranio puro.

Deducendo che quindi fossero presenti elementi maggiormente radioattivi analizzarono tonnellate di quel minerale prima di riuscire ad isolare nel 1898 il primo di questi elementi, chiamato in onore della patria della signora Curie polonio.

Continuando nelle ricerche riuscirono poi ad isolare dalla pechblenda nel 1902 un altro elemento estremamente radioattivo, il cloruro di radio (il radio puro verrò isolato da Marie Curie nel 1910), scoperta che valse alla coppia di scienziati il premio Nobel per la fisica.

L'articolo prosegue subito dopo

Per favorire inoltre la ricerca in questo campo decisero di non depositare il brevetto delle loro scoperte, rinunciando per amore della scienza ad ingenti guadagni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*