2011 positivo per quasi tutti gli aeroporti italiani COMMENTA  

2011 positivo per quasi tutti gli aeroporti italiani COMMENTA  


La Assaeroporti ha diffuso i dati complessivi del traffico degli aeroporti italiani nello scorso anno.
Nell’insieme tutti gli aeroporti hanno vissuto un anno di crescita con solo due eccezioni dovute, tuttavia, a motivi estranei.

I due casi sono l’aeroporto Canova di Treviso che ha segnato un – 49,9% a causa dello stop di tutte le attività tra giugno e dicembre 2011 per lavori di manutenzione, e quello di Brindisi con un – 12,6% per operatività limitata dalla missione militare in Libia. I maggiori dati di crescita vengono da aeroporti piccoli, Milano Linate ha segnato un +9,2%, Venezia + 24,9%, Bergamo Orio al Serio + 9,7%, Verona +12%, Pisa +11,3% e Firenze +9,8%, mentre Rimini ha raggiunto addirittura un +66,9% rispetto all’anno precedente e con un totale di più di 900 mila passeggeri.

Soddisfacenti anche i dati degli aeroporti del Sud, ad esempio l’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo ha segnato un traffico di quasi 5 milioni i passeggeri e un aumento di attività del 14,3%, poi Brindisi con il +28,1% in Puglia, Olbia +14,1% e il Sant’Eufemia di Lamezia Terme +20,1%. Per i grandi aeroporti, Roma Fiumicino, il primo aeroporto italiano per numero di passeggeri, ha raggiunto quota 37,7 milioni che equivale a una crescita del 3,6%, mentre Milano Malpensa ha segnato 19,3 milioni di passeggeri e un incremento dell’1,8%.
Secono dati diffusi dalla IATA il 2011 ha visto un aumento dei viaggi aerei internazionali con un + 6,9%, tuttavia nonostante le incoraggianti notizie sull’economia americana permane l’incertezza di quella europea con probabili ripercussioni negative, nel 2012, anche sul settore aereo mondiale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*