21 gennaio 1921: Viene fondato il Partito Comunista d’Italia COMMENTA  

21 gennaio 1921: Viene fondato il Partito Comunista d’Italia COMMENTA  

Dopo le delibere del Comintern (l’assemblea dei partiti comunisti, nota anche come Terza Internazionale) dell’estate del 1920 tenutosi a Mosca, in special modo quei 21 punti che volevano delineare una separazione rispetto al socialismo di allora, i rapporti tra l’ala comunista del PSI con il resto del partito divennero movimentati.

Leggi anche: Data uscita, streaming e trama Steve Jobs

I disaccordi tra queste due correnti sfociarono nel XVII Congresso nazionale del Partito Socialista Italiano tenutosi al Teatro Goldoni di Livorno, durante il quale, in seguito ad una votazione, si rifiutarono i 21 punti di Mosca, cosa che avrebbe comportato l’uscita dall’Internazionale.

Tutti quelli in disaccordo con tale decisione, guidati da personaggi del calibro di Amadeo Bordiga, Antonio Gramsci, Palmiro Togliatti e Umberto Terracini si riunirono in separata sede nel vicino teatro San Marco, sancendo la definitiva secessione dal PSI e fondando il Partito Comunista d’Italia, che in capo a pochi anni sarebbe diventato il più grande partito comunista d’Occidente.

Leggi anche

Babbo Natale cultura
Cultura

Babbo Natale: altri nomi

Tutti lo conosciamo come "Babbo Natale", ma in molti non sanno che esistono tanti altri nomi che derivano da una antica leggenda.   Babbo Natale, il personaggio misterioso più famoso al mondo associato alle festività natalizie, è conosciuto con altri nomi in tutto il globo. Cominciamo col dire che prima di scoprire con quali nomi diversi è conosciuto Babbo Natale, bisogna sapere le origini del suo nome. Nel lontano IV secolo d.C. è nata la figura di San Nicola di Bari, quest’ultimo era amato e conosciuto fin da bambino per le sue doti di pietà e di carità soprattutto rivolte Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*