23 dicembre 1961: Il disastro della Fiumarella

Storia

23 dicembre 1961: Il disastro della Fiumarella

Esattamente 50 anni fa il treno regionale delle Ferrovie Calabro Lucane diretto a Catanzaro, giunto sul viadotto in curva della Fiumarella, circa un’ora dopo la partenza dalla fermata della stazione di Soveria Mannelli, a causa di un guasto del gancio di trazione, deragliò dal binario, precipitando per i 40 metri di altezza del viadotto. Dei 99 passeggeri, 71 morirono sul colpo, gli altri rimasero feriti più o meno gravemente. Le vittime erano per lo più giovani studenti, diretti come ogni mattina verso i propri istituti scolastici, cosa che creò un maggior impatto nell’opinione pubblica. E’ stato il peggior incidente della storia delle ferrovie italiane, e ancora oggi viene commemorato ogni anno nella zona. A Decollatura, paese da cui proveniva la maggior parte delle vittime, un monumento ricorda quelle giovani vite perdute. In seguito all’incidente il governo varò una commissione governativa che revocò la concessione alle Ferrovie Calabro Lucane e interruppe il traffico ferroviario in quel tratto per alcuni anni. Quest’anno in occasione del 50esimo anniversario è stato istituito uno specifico Treno della Memoria che ripercorrà il viaggio di quella tragica mattina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

docce
Scuola

Si scrive doccie o docce?

25 maggio 2017 di Notizie

La lingua italiana nasconde spesso alcuni “tranelli”. La formazione del plurale di alcune parole, come “doccia” appunto, rientra tra questi. Scopriamo la regola grammaticale e le sue eccezioni.

Loading...