Il Tweed conquista il mood delle Scarpe… la Francesina di Grey Mer COMMENTA  

Il Tweed conquista il mood delle Scarpe… la Francesina di Grey Mer COMMENTA  

Grey Mer: Francesina sale e pepe in Tweed con tacco di vernice, Collezione Autunno/Inverno 2011/2012
Grey Mer: Francesina sale e pepe in Tweed con tacco di vernice, Collezione Autunno/Inverno 2011/2012

Il tessuto maschile per eccellenza, la texture di lana tipicamente invernale ed originaria della Scozia. Il Tweed. Applicato nel mondo della moda su una molteplicità di capi e item: dal cappotto alla borsa, dai pantaloni alle scarpe. Tweed everywhere!

Oggi scopriamo le Francesine in Tweed di Grey Mer: so winter-like, so british! La Collezione Autunno/Inverno 2011/2012 ci propone questa originale stringata sale e pepe completamente rivestita ad un manto di caldo Tweed dai colori bianco, grigio e nero. Audaci i dettagli in vernice nera: il tacco e le rifiniture.

Leggi anche: Stivaletti inverno 2016: modelli e marche più economiche


Uno stile solo apparentemente classico: elegante ma prorompente. Il tradizione del rinomato tessuto scozzese incontra la contemporaneità delle forme e linee. Per tutte le it-girl esuberantemente sofisticate.


E una chicca per le fashionistas più glamour? Abbinare le Francesine sale e pepe in Tweed di Grey Mer con un frizzante capo in seta dal colore vivace e a stampa caleidoscopica.

Chic Tweed!

Tina Toast

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*