25 luglio 1943: La caduta di Mussolini - Notizie.it

25 luglio 1943: La caduta di Mussolini

Storia

25 luglio 1943: La caduta di Mussolini

In seguito all’approvazione dell’Ordine del Giorno Grandi, dal suo promotore Dino Grandi, presidente della Camera dei Fasci e delle Corporazioni, nella seduta straordinaria del Gran Consiglio del Fascismo tenutosi la notte del 24, i poteri straordinari di Mussolini venivano “riconsegnati” al re. Lo stesso Vittorio Emanuele III convocò l’indomani il dittatore, probabilmente ignaro di quel che sarebbe accaduto considerando che il Gran Consiglio aveva solo valore consultivo e lui si era rifiutato durante la seduta di rassegnare le dimissioni, presso la sua residenza di Villa Savoia, oggi Villa Ada. Qui gli comunicò la sua sostituzione col maresciallo Pietro Badoglio, poi lo fece arrestare e trasportare in gran segreto su un’ambulanza fino all’imbarco per l’isola di Ponza. La notizia della destituzione di Mussolini, fatta passare come spontanee dimissioni, venne data solo alle 22:45 via radio. Dopo oltre un ventennio terminava così il regime fascista in Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche