26 aprile, la storia della filosofia passa da questo giorno

Cultura

26 aprile, la storia della filosofia passa da questo giorno

Il 26 aprile è certamente una data fondamentale per la storia della filosofia. In questo giorno hanno visto la luce David Hume (1711) e Ludwig Wittgenstein (1889) ed è morto invece Edmund Husserl (1938).

David Hume (1711 – 1776) nacque a Edimburgo il 26 aprile 1711 (7 maggio secondo il calendario gregoriano, all’epoca in Scozia era però ancora vigente quello giuliano) ed è stato uno dei massimi esponenti dell’illuminismo d’oltre Manica. Insieme a John Locke e George Berkeley, è considerato uno dei British Empiricists, senza dubbio il più radicale tra essi. La filosofia di Hume è tradizionalmente considerata come una radicale forma di scetticismo, anche se altri interpreti sostengono che non sia da trascurare nemmeno il suo naturalismo.

Ludwig Wittgenstein (1889 – 1951) nacque a Vienna il 26 aprile 1889 ed è stato un logico e filosofo austriaco, particolarmente attivo nel campo della logica e della filosofia del linguaggio. L’unico libro pubblicato in vita da Wittgenstein fu il celebre Tractatus logico-philosophicus, uno dei capisaldi della filosofia del XX secolo.

L’autore era molto restio all’idea di pubblicare tale opera, la cui prefazione fu scritta dal grande Bertrand Russell, suo maestro. Le altre sue opere sono state tutte pubblicate postume.

Edmund Husserl (1859 – 1938) nacque invece a Prostějov l’8 aprile del 1859 e morì poi il 26 aprile 1938 a Friburgo. Filosofo e matematico austriaco, poi naturalizzato tedesco, è stato membro della scuola di Brentano. La sua fama è però legata all’esser stato il fondatore della fenomenologia, un indirizzo di pensiero che ha caratterizzato l’intera filosofia del ‘900, con ripercussioni anche sui nostri giorni. In Italia le sue opere sono state studiate ed approfondite all’Università degli Studi di Milano, in particolare da quel gruppo di filosofi che è passato alla storia sotto il nome di Scuola di Milano che ha fatto della fenomenologia la propria linea-guida. La filosofia husserliana ha influito in particolar modo sul pensiero del grande Martin Heidegger, che fu proprio allievo di Husserl.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche