27 luglio 1794: La fine del Terrore COMMENTA  

27 luglio 1794: La fine del Terrore COMMENTA  

Un numero difficilmente quantificabile, ma di certo di qualche decina di migliaia, furono le persone mandate alla ghigliottina durante gli undici mesi di gestione politica del Comitato di Salute Pubblica guidato da Maximilien Robespierre.

Nominato dalla Convenzione Nazionale per fronteggiare le crescenti forze controrivoluzionarie, questo Comitato, di cui facevano parte tra gli altri anche Saint-Just e Carnot, si fece promotore di una dura repressione, creando un clima  di paura, in cui si poteva venir condannati anche solo in base ad un sospetto, passato alla storia come Regime del Terrore.

Questo col passare del tempo alienò il consenso popolare, che non gli era mai mancato , a Robespierre,. Alla fine fu la stessa Convenzione, i cui membri non si sentivano più al sicuro dalle azioni dei giacobini del Comitato, ad ordinarne l’arresto insieme ai suoi seguaci durante la seduta dell’assemblea del 9 termidoro (27 luglio). Per timore di eventuali rappresaglie fu deciso di inviare i prigionieri alla ghigliottina già la mattina seguente.

Iniziava così una nuova fase della Rivoluzione Francese.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*