27 maggio 1937: Apre il Golden Gate Bridge

Storia

27 maggio 1937: Apre il Golden Gate Bridge

Con la crescita della popolazione nell’area di San Francisco nacque la necessità di realizzare un ponte che fungesse da collegamento tra la città e la popolosa Marin County, all’epoca realizzato con i battelli. Il progetto fu affidato all’ingegnere Joseph Baermann Strauss, esperto costruttore di ponti, coadiuvato dall’architetto Irving Morrow e dagli ingegneri Charles Alton Ellis e Leon Moisseiff. I lavori cominciarono il 5 gennaio del 1933; ci furono solo 11 vittime tra gli operai impegnati nei cantieri, un numero irrisorio rispetto alle medie di quei tempi per costruzioni così colossali. Gran parte del merito va alle misure di sicurezza volute da Strauss, come la grande rete di protezione posta nella parte inferiore del ponte. Questa salvò dalla caduta 19 uomini che poi fondarono un particolare club, l’Halfway to Hell Club (Il club a metà strada per l’inferno). Lungo 2,71 km, con la sua campata principale di 1.282 m è stato a lungo il ponte sospeso più lungo al mondo.

Oggi sono quasi 100.000 i veicoli che lo attraversano quotidianamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche