28 maggio 1974: La strage di Piazza della Loggia

Storia

28 maggio 1974: La strage di Piazza della Loggia

Era in corso una manifestazione antifascista e antiterroristica promossa dal Partito Comunista e dai sindacati, nella centralissima piazza della Loggia a Brescia, quando, alle 10,12, un ordigno esplosivo nascosto in un cestino della nettezza urbana esplose, causando la morte di 8 persone e il ferimento di altre 102. L’attentato si inseriva in quella strategia della tensione che per oltre un decennio insanguinò l’Italia. Le prime indagini portarono all’arresto di alcuni esponenti di estrema destra, furono molti però i punti oscuri rimasti. Nel corso degli anni vennero fuori sempre più indizi che implicavano un coinvolgimento di parte dei servizi segreti nella vicenda. Ad oggi comunque ancora non sono state accertate completamente le responsabilità dell’attentato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche