29 aprile 1980: Muore il Maestro del Brivido

Storia

29 aprile 1980: Muore il Maestro del Brivido

Nato il 13 agosto 1889 in una famiglia cattolica a Leytostone, in Inghilterra, Alfred Hitchcock fin da adolescente dimostrò grandi capacità artistiche ed una passione per il macabro ed il delitto (frequenti erano le sue visite al tribunale londinese di Old Bailey durante i processi per omicidio). Dopo aver lavorato come assistente di laboratorio presso un’azienda telegrafica, venne assunto come sceneggiatore e scenografo dalla Gainsborough Pictures, qui il suo talento gli permise di diventare in breve tempo un regista. The Pleasure Garden fu il suo primo film, girato nel 1925 a cui ne seguirono altri, tra cui il suo primo successo, L’uomo che sapeva troppo; nel frattempo si sposò con la sua assistente regista, Alma Reville. Diventato uno dei registi di punta del panorama britannico, nel 1940 venne chiamato a Hollywood dal produttore di Via col Vento, David O. Selznick. Il suo primo film americano, Rebecca, la prima moglie, vinse subito un Oscar.

Da lì fu una sequela incredibile di successi e capolavori come La finestra sul cortile, Notorious, Caccia al ladro, Intrigo internazionale, Psycho, Gli uccelli e molti altri. Nel 1955 cominciò inoltre il suo famoso telefilm ad episodi intitolato Alfred Hitchcock presenta. Il suo ultimo film è Complotto di famiglia, girato nel 1976. Dieci giorni prima che un infarto lo stroncasse nella sua villa a Los Angeles, Hitchcock simulò il suo funerale, con lui disteso in una bara scoperchiata. E’ stato una delle figure basilari per la crescita del cinema mondiale, un mondo che segnò per quasi mezzo secolo e che a lui deve molto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...