3 aprile 1559: La Pace di Cateau-Cambrésis

Con gli accordi firmati da Enrico II di Francia e Filippo II di Spagna nella cittadina francese di Cateau-Cambrésis, a pochi chilometri da Cambrai, terminarono le cosiddette “guerre d’Italia” che videro per lunghi decenni Francia e Asburgo (che si erano divisi in due rami, uno spagnolo e uno austriaco)  combattersi per il controllo sulla penisola.

Leggi anche: I 15 principali problemi dei ragazzi degli anni ’80

La pace sancisce definitivamente il dominio spagnolo sull’Italia, sia direttamente, su Milano, Napoli, Sicilia, Sardegna e lo Stato dei Presidi, sia indirettamente, sui ducati emiliani e Genova, oltre che all’alleanza naturale col Papato.

Leggi anche: Circo ottocentesco: le inquietanti foto

Rimanevano indipendenti solo il Granducato di Toscana, la Repubblica di Venezia e il regno sabaudo. La debolezza italiana sulla scena politica europea era di fatto sancita.

Leggi anche: In viaggio verso Auschwitz , al cinema dal 21 Ottobre

La dominazione spagnola durerà fino al XVIII secolo quando i diritti di successione passarono agli Asburgo d’Austria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*