3 giugno 1937: Lo scandaloso matrimonio che imbarazzò la corona inglese

Storia

3 giugno 1937: Lo scandaloso matrimonio che imbarazzò la corona inglese

Il figlio primogenito di re Giorgio V, Edoardo, mostrò fin da giovane uno spirito avventuriero e refrattario all’etichetta, che lo portò spesso a visitare il fronte durante la Prima Guerra Mondiale. Dopo la guerra diede libero sfogo al suo animo donnaiolo, cominciando a frequentare anche donne sposate. Di una di queste, l’americana già divorziata e risposata Wallis Simpson, divenne assiduo amante. La relazione creò notevole disagio nei reali britannici; il culmine avvenne quando alla morte del padre, il 20 gennaio del 1936, annunciò di voler salire al trono accompagnato dalla Simpson. Se si pensa che il re era anche il capo della Chiesa Anglicana, e quindi primo garante di quel vincolo sacro che era il matrimonio, presentarsi all’investitura con una donna che era ancora sposata con un altro uomo era qualcosa di alquanto inappropriato agli occhi dell’opinione pubblica. Non sopportando più la pressione e vedendo la crisi nel paese che la sua condotta aveva aperto, e volendo soprattutto continuare la sua relazione con la donna, Edoardo decise di abdicare in favore del riluttante fratello minore, Alberto, divenuto re col nome di Giorgio VI e famoso per la sua balbuzie.

Libero da restrizioni politiche Edoardo, nominato dal fratello Duca di Windsor, e Wallis si sposarono in Francia con una cerimonia privata. In seguito allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, anche per le sconvenienti simpatie fasciste che manifestava la Simpson, i due vennero inviati come rappresentanti del regno nelle Bahamas, allora sotto controllo inglese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche