30 anni di Commodore 64 COMMENTA  

30 anni di Commodore 64 COMMENTA  

Il Commodore 64  è stato forse il “primo computer di casa”, quello che ha iniziato l’era del pc visto non solo come semplice scatola contenitrice di dati, ma anche come oggetto ludico, in grado di far divertire i ragazzi proprio grazie alle capacità grafiche migliori rispetto a quelle all’ora in commercio. Creato della Commodore Business Machines Inc. è stato commercializzato dal 1982, proprio in questi giorni, nel periodo pre-natalizio e quindi proprio in questi giorni, compie 30 anni.


Il Commodore 64 (si chiama così perchè aveva 64K di memoria RAM) è in assoluto il computer più venduto al mondo con tanto di record registrato nel Guinnes dei Primati e ancora oggi imbattuto, con tanto di oltre 17 milioni di pezzi venduti. Solo nel 1986 ne furono venduti più di 10 milioni di esemplari in tutto il mondo, mentre nell’ultimo anno di commercializzazione (1993) ne furono venduti “solo” 700 mila.


La semplicità d’uso e la facilità di programmazione di questo nuovo pcr era superiore sia ai suoi predecessori sia agli altri home computer concorrenti e rappresentava una evoluzione del meno famoso Vic20. Grazie a ciò e al suo prezzo di vendita, in breve tempo divenne il computer più venduto nella storia dell’informatica.


Nonostante il cessare della produzione, lo sviluppo di software per questa macchina continuò e ancora oggi c’è chi scrive dei giochi per il Commodore 64.

L'articolo prosegue subito dopo


Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*