4 cose che ogni giardiniere dovrebbe fare prima della primavera COMMENTA  

4 cose che ogni giardiniere dovrebbe fare prima della primavera COMMENTA  

Quando ho iniziato a fare giardinaggio non sapevo molto sull’argomento. Fondamentalmente pensavo bastasse scegliere i semi, piantarli, irrigare ogni tanto il terreno e poi raccoglierne i prodotti ortofrutticoli. Ovviamente, il primo anno ho capito quanto mi sbagliassi. La maggior parte delle mie piante sono morte. Le altre hanno prodotto solo uno o due ortaggi accettabili e nient’altro. Da allora ho imparato molto sul giardinaggio, e cioè che ci vuole più di un po’ d’acqua e di un pacchetto di semi per far crescere i tuoi ortaggi. Ora che sono un esperto, ho persino imparato quanto sia importante pianificare le attività. Ecco le mie cinque imperdibili azioni da mettere in atto prima della primavera.


Pulire il giardino

Ogni anno, prima della stagione della piantagione, pulisco accuratamente il mio giardino. Estirpo le erbacce, cerco le radici morte o le piante in decomposizione e pulisco il terreno da eventuali sassi o detriti che si sono depositati in inverno. In questo modo ho un terreno pulito su cui poter iniziare a piantare in primavera.


Pianificare

Mi piace avere diverse varietà di piante nel mio giardino, così di solito ogni anno pianto una o due varietà di vegetale nuove. Dal momento che lavoro in uno spazio piccolo, ho imparato che le cose riescono meglio se, prima di iniziare la piantagione, predispongo una pianificazione. Ogni anno, prima della primavera, disegno su un foglio di carta la mappatura del mio giardino, facendo attenzione che ogni pianta venga inserita nel punto giusto in modo che abbia lo spazio e la luce del sole necessari.


Trattare il terreno

Il freddo rigido e l’incuria durante l’inverno rovinano il terreno. L’ho notato poiché non era più così fertile dopo alcuni anni di utilizzo. Ora, prima di iniziare a piantare in primavera, tratto il terreno con concime organico. Per ridurre le sostanze chimiche uso il nutrimento delle piante organiche ed il pacciame che acquisto in un negozio di giardinaggio, ma andrà bene qualsiasi trattamento.

L'articolo prosegue subito dopo


Controllare le piante da vaso

Verso la fine estirpo le piante più fragili e le ripianto in vasi di terracotta. Durante l’inverno le faccio crescere in cucina a casa. Quando la temperatura inizia a riscaldarsi e ricompare il sole, riporto le piante fuori e le ripianto nel mio giardino, dove hanno più spazio per fiorire, ma non prima di averle controllate. Per ogni vaso controllo la crescita delle radici e le condizioni degli steli e delle foglie prima di esporli agli agenti atmosferici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*