Attacchi di panico, come guarire COMMENTA  

Attacchi di panico, come guarire COMMENTA  

Sembrano essere sempre più numerose le persone che soffrono di attacchi di panico, ovvero quella condizione in cui il nostro corpo viene invaso da una paura inspiegabile ed improvvisa, impedendoci di muoverci o di reagire di fronte ad una determinata situazione.

Da un punto di vista etimologico, il termine ‘panico’ deriva dalla mitologia greca, secondo cui il dio Pan, metà uomo e metà caprone, solito apparire all’improvviso sul cammino altrui, per poi scomparire e lasciare i poveri sventurati in preda al terrore assoluto ed incapaci di esprimere a parole la sensazione provata.

In effetti, un attacco di panico altri non è che un episodio di brevissima durata in cui il soggetto che lo esperisce prova all’improvviso un forte disagio ed ansia associati a sintomi fisici e psicologici di terrore.

Tra i sintomi più comuni troviamo:

1) Dispnea;
2) Tachicardia o palpitazioni, associati spesso a dolori al torace;
3) Aumento della sudorazione;
4) Rossore al viso o sul petto;
5) Parestesie;
6) Nausea;
7) Tremore.

L'articolo prosegue subito dopo

Durante ogni attacco i sintomi fisici alimentano quelli mentali e viceversa.

Guarire dagli attacchi di panico è possibile. Innanzitutto, è necessario prendere consapevolezza del problema e della situazione che scatena la crisi, cercando di mantenere il controllo sulla propria persona ed allontanarsi da quelle situazioni che provocano angoscia. Inoltre, esistono tecniche specifiche che aiutano il paziente a superare l’angoscia, come, ad esempio, il Training Autogeno, il rilassamento respiratorio e tecniche di pensiero positivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*