Venezuela, elezioni: dura sconfitta per Maduro, è la fine del ‘chavismo’ COMMENTA  

Venezuela, elezioni: dura sconfitta per Maduro, è la fine del ‘chavismo’ COMMENTA  

Si tratta della peggiore sconfitta elettorale mai subita dal chavismo, dal punto di vista elettorale. Una vera e propria disfatta per il Psuv del presidente in carica, Nicolas Maduro.

In Venezuela l’opposizione ha conquistato ben 99 seggi sui 167 totali che compongono l’assemblea Nazionale,mentre solo 46 sono stati appannaggio dei socialisti. Una vera debacle che mette la parola fine a 17 anni di egemonia degli eredi del celebre esponente politico Hugo Chavez, che per tanti anni ha governato il paese sudamericano.

Un risultati ancora peggiore rispetto ai sondaggi diffusi alcuni giorni fa, che già davano per sconfitto Maduro, ma con numeri meno eclatanti.

Il temuto colpo di mano non ci sarà, anche per Maduro ha subito ammesso la sconfitta, mettendo fine alle voci che si erano diffuse in base ad alcune dichiarazioni dal tono minaccioso fatte durante la campagna elettorale.

Il leader socialista ha voluto comunque esaltare il risultato raggiunto dal suo partito, definendolo “eroico” perché, ha detto, il suo governo è stato “vittima di una guerra economica” voluta dai paesi capitalisti.

Proprio recentemente, Chavez, aveva dichiarato il proprio auspicio affinchè i vertici delle aziende che operano nel Paese vengano messi in galera, perchè responsabili della grave crisi che attanaglia il paese.

Il Mud, il partito che è uscito vincente dalla contesa non ha comunque ottenuto una vittoria tale da consentirgli di potere governare prescindendo da alleanze con altre forze politiche.

L'articolo prosegue subito dopo

Non potrà dunque scavalcare i veti all’esecutivo, cosi come non potrà avere autonomia nel rimuovere i magistrati del Tribunale Superiore di Giustizia.

Il leader del Mud, Jesus Torrealba, leader delle opposizioni, ha risposto a Maduro parlando di ‘una fragorosa disfatta del governo e di una chiara vittoria dell’opposizione‘ e ribadendo la volontà del popolo venezuelano di dare vita ad un nuovo corso per la vita politica del paese. Le famiglie venezuelane si sono stancate di soffrire a causa del vostro fallimento. Ora basta – ha dichiarato – è ora di rispettare la volontà del popolo”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*