Putin: ‘Se necessario, per sconfiggere l’Isis useremo il nucleare’

Prima Pagina

Putin: ‘Se necessario, per sconfiggere l’Isis useremo il nucleare’

Russia's President Vladimir Putin attends his annual press conference in Moscow on December 19, 2013. AFP PHOTO / KIRILL KUDRYAVTSEV (Photo credit should read KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)

Fanno tremare il mondo, le parole usate ieri da Putin nell’incontro tenuto con il proprio ministro della difesa, Sholgu, Parlando dei possibili interventi futuri in Siria, il premier russo ha paventato l’ipotesi che per mettere fine alle violenze terroristiche dell‘Isis, potrebbero essere usate testate nucleari: ‘ I missili Kalibr e i razzi da crociera A-101 possono essere armati sia con testate convenzionali sia con testate speciali, cioè quelle nucleari. Certamente nulla di questo è necessario nella lotta ai terroristi, e spero che non sarà mai necessario‘.

Anche il ministro degli esteri Lavrov, ha usato espressioni dello stesso tenore, facendo ritenere possibile l’uso di testate nucleari per sconfiggere il terrore dello stato Islamico: ‘Non c’è nessuna necessità di usare l’arma nucleare contro l’Is, il presidente Putin ha detto che ce la possiamo fare tranquillamente con le armi convenzionali. Cosa che corrisponde pienamente alla nostra dottrina militare‘.

Per la prima volta, ieri, la Russia ha deciso di adottare una politica diversa per quanto concerne gli attacchi alla Siria, lanciando per la prima volta i missili da un sottomarino.

Proprio in quest’ottica, Putin, ha adombrato l’ipotesi che il sottomarino potrebbe essere utilizzato per lanciare armi nucleari: ‘Tutto deve esser analizzato, compreso quel che accade sul campo di battaglia e il modo in cui le armi colpiscono. Tanto i Calibre che gli A-101 (missili di precisione,ndr) hanno dimostrato di essere molto efficienti in toto. Si tratta di un’arma di precisione nuova, moderna e altamente efficiente e, come sappiamo, può essere armata tanto con testate convenzionali che con testate speciali, comprese quelle nucleari”, ha spiegato Putin. “Decisamente niente di tutto ciò è necessario per combattere i terroristi. E speriamo che non sia mai necessario‘.

Con questo attacco, la Russia ha dimostrato che fa sul serio nella lotta per sconfiggere l’Isis, rafforzando la propria presenza militare nella regione siriana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche