Renzi dopo il decreto salva-banche: 'Adesso è urgente una riforma del sistema' - Notizie.it

Renzi dopo il decreto salva-banche: ‘Adesso è urgente una riforma del sistema’

News

Renzi dopo il decreto salva-banche: ‘Adesso è urgente una riforma del sistema’

Il premier italiano Matteo Renzi, nel corso di un suo intervento tenuto all’Accademia dei Lincei, è tornato a parlare del discusso decreto salvabanche, che ha messo in difficoltà diversi investitori che si sono visti azzerare i propri guadagni: ‘La riforma del sistema del credito è quanto mai urgente, come abbiamo visto non solo nelle ultime ore ma nell’ultimo anno con la riforma delle popolari’.

Gli investitori che hanno perso gran parte dei propri guadagni sono circa 10.500, un numero importante di investitori, coinvolti in operazioni finanziarie rischiose, su suggerimento di diverse filiali bancarie.

Adesso il governo starebbe per mettere mano ad un fondo dove saranno destinati un centinaio di milioni che si attende a corollario della legge di Stabilità. Lo stesso ministro Pier Carlo Padoan, nel corso di una audizione svoltasi in commissione Bilancio alla Camera, ha ribadito che “il fondo con il quale il governo intende dare risposta ai piccoli risparmiatori colpiti dal decreto di salvataggio delle quattro banche avrà un contributo anche da parte delle banche” che hanno generato il caos.

Non si può escludere che i 4 istituti abbiano venduto obbligazioni subordinate a persone che presentavano un profilo di rischio incompatibile con la natura di questi titoli di investimento ma questo è quanto andrebbe accertato con un’analisi di ogni singola posizione“. Nel corso dell’audizione Padoan ha specificato che il decreto posto in essere dal governo per salvare le banche “ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica il problema della scarsa educazione finanziaria della popolazione italiana”.

L’Unione europea ha dimostrato di sostenere la scelta del governo Renzi mirata ad “esigere compensazioni dalle banche per possibili vendite inappropriate di obbligazioni rifacendosi alle esperienze passate in altri paesi dell’UE con simile situazioni“. L’Ue ha apprezzato la decisione del governo che propenderebbe per un arbitrato attraverso la Consob per le crisi di Banca Marche, Banca Etruria, Carife e CariChieti. Proprio nel 2013, anche la Spagna ricorse ad un arbitrato per rimborsare gli obbligazioni dalla perdite subite per le difficoltà delle banche spagnole.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche