Crisi Russia-Turchia, Putin: ‘Provino a violare lo spazio aereo e faremo fuoco’

Esteri

Crisi Russia-Turchia, Putin: ‘Provino a violare lo spazio aereo e faremo fuoco’

Soffiano sempre più venti di guerra nei rapporti tra Russia e Turchia, dopo le ultime dichiarazione del premier russo che non promettono di certo nulla di buono. Nella conferenza stampa di fine anno, Putin, ha parlato della recente crisi diplomatica tra i due paesi, sorta dopo l’abbattimento del caccia russo da parte delle milizie turche, al confine con la Siria.

Riteniamo – ha detto Putin nella conferenza – che le azioni delle autorità turche riguardo il nostro aereo abbattuto non siano stati un atto di inimicizia: sono stato un atto ostile. Si fosse trattato di un incidente, come i turchi dicono, uno si sarebbe aspettato delle scuse: invece sono andati dalla Nato’.

Secondo Putin, l’azione militare voluta da Erdogan è stata mirata a compiacere gli alleati americani: ‘Abbattendo il cacciabombardiere Su-24, forse la Turchia ha desiderato compiacere gli Usa’ o ‘forse le autorità turche hanno deciso di mostrare a Usa e Ue che sono un partner affidabile.

Forse il governo turco voleva accontentare gli americani, non lo sappiamo, forse era stato discusso un accordo? Ma ci ha messo in una situazione grave’.
Al momento, secondo il leader russo, non ci sarebbero le condizioni per appianare i contrasti tra i due paesi, anzi Putin ha rincarato la dose, con parole minacciose contro la Turchia, qualora violasse lo spazio aereo siriano: ‘Non vedo alcuna possibilità di appianare le relazioni con la Turchia. E’ virtualmente impossibile si possa trovare un terreno comune con l’attuale leadership turca‘.

Poi ha proferito le parole minacciose, che hanno fatto il giro del mondo, e che danno l’esatta dimensione di quanto siano tesi i rapporti tra i due paesi: ‘Ora i turchi provino a entrare nello spazio aereo siriano… Se prima l’aviazione turca violava lo spazio aereo in Siria, provino a volare ora. Nelle ultime settimane la Russia ha rafforzato la propria presenza militare nella regione siriana al confine con la Turchia, schierando i sistemi di difesa aerea S-400.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche