Milan: è un gennaio caldo sul fronte del calciomercato

Calcio

Milan: è un gennaio caldo sul fronte del calciomercato

Il Milan punterà dritto ad un posto in Champions League e lo farà intervenendo in modo massiccio sul mercato di gennaio, con almeno tre colpi in canna che potrebbero cambiare la fisionomia della squadra di Mihailovic colmando alcune lacune evidenziate nella prima parte di stagione.

Dal modulo 4-3-1-2 al 4-3-3, il tecnico serbo sembra avere trovato il proprio assetto ideale con il 4-4-2 che sembra avere dato maggiore compattezza ed equilibrio alla squadra. Adesso dovranno cambiare alcuni interpreti, soprattutto in mezzo al campo dove il primo obiettivo di mercato rimane il belga Axel Witsel, un sogno a lungo inseguito questa estate e poi abbandonato per le eccessive pretese dello Zenit.

Al termine della gara contro il Frosinone, Galliani aveva gelato gli animi dei tifosi rossoneri, parlando di autofinanziamento come criterio guida per il mercato invernale: ‘Se non esce nessun big, non entra nessun big. Se uscirà un giocatore medio entrerà un giocatore medio, e così via’.

In realtà tutto è condizionato dall’esito dell’operazione che dovrebbe portare all’ingresso in società del broker thailandese Mr Bee che dovrebbe versare oltre 400 milioni nelle casse societarie. Una iniezioni di liquidità che potrebbe rilanciare in modo determinante le quotazioni del Diavolo.

La priorità del Milan è quella di dimagrire il monte ingaggi, con le cessioni di Diego Lopez (che percepisce attualmente 2,5 milioni a stagione) e quella di De Jong, che a gennaio potrebbe salutare la comitiva.

Quasi certo anche l’addio di Philippe Mexes, che sembra avere già in tasca un accordo di massima con la Fiorentina, mentre sono sempre in bilico le posizioni di Alessio Cerci e del giapponese Honda, da tempo in rotta con la società.


Fra i giocatori inseguiti dal Milan ci sarebbe lo juventino Caceres e il camerunense Matip in forza allo Schalke 04. Interessa anche l’interista Ranocchia, che a Milano non trova spazio e che vorrebbe rilanciarsi anche in ottica nazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...