Nel 2016 arriverà la Carta di identità elettronica: ecco le novità - Notizie.it

Nel 2016 arriverà la Carta di identità elettronica: ecco le novitàCOMMENTA

carta di identità

Per i cittadini italiani sta per arrivare la novità della Cie, la carta di identità elettronica. Il ministro degli interni, Angelino Alfano ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre, il decreto che

contiene le regole per l’emissione del documento, da parte degli enti locali, con la consegna della carta che dovrà avvenire entro sei giorni lavorativi.

Il documento conterrà tutte le

Leggi anche: Come votare primarie Pd candidati sindaco Roma 2016

informazioni necessarie all’identificazione dei soggetti, come i dati anagrafici, le fotografie, e altre novità come le impronte digitali e le proprie volontà per la donazione degli organi.

Un progetto, quello della carte

Leggi anche: Come ottenere la cittadinanza spagnola

di identità elettronica, che risale a venti anni fa, e che è stato messo più volte in cantiere da parte dei vari governi che si sono succeduti, senza mai concretizzarsi. Si era anche pensato ad

un documento ufficiale che contenesse anche la tessera sanitaria.

La carta di identità verrà realizzata con un microprocessore interno che conterrà tutti i dati, come già avviene per la tessera sanitaria. La carta sarà

Leggi anche: Cosa fare se si perde la carta d’identità

prodotta con la tecnica della carta valori, come già indicato nel terzo articolo dei 19 del provvedimento, con un microprocessore ‘per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica dell’identità del titolare, inclusi gli elementi biometrici, nonchè per l’autenticazione in rete’.

Come per la carta di identità classica, la richiesta per il rilascio dovrà essere presentata all’ufficio anagrafe del comune di appartenenza, o al consolato, per coloro che risiedono all’estero. Il Comune o il Consolato, raccoglieranno i dati anagrafici e biometrici del richiedente, e la firma. Verrà inclusa anche la volontà del cittadino relativamente alla donazione degli organi in caso di morte. La volontà potrà essere modificata da parte del soggetto richiedente, facendo apposita richiesta all’Asl di appartenenza,alle aziende ospedaliere, ai centri trapianti o agli ambulatori di medicina generale.

La carta di identità elettronica sarà dotata di apposito Pin, che contiene un codice segreto per usufruire dei servizi on line.

 

loading...

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*