Rai Uno: bestemmie e festeggiamento anzitempo del nuovo anno, nella diretta de ‘L’anno che verrà’

Attualità

Rai Uno: bestemmie e festeggiamento anzitempo del nuovo anno, nella diretta de ‘L’anno che verrà’

rai uno

Non è stato un buon modo di iniziare un nuovo anno, quello di Rai Uno, con le gaffe della trasmissione ‘L’anno che verrà‘, trasmessa da Matera il 31 dicembre per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, che hanno fatto il giro del web. La trasmissione avrebbe festeggiato il nuovo anno con un minuti d’anticipo mentre sul crawl delle notizie dove scorrevano i messaggi inviati dagli spettatori è apparsa inavvertitamente una bestemmia, che ha fatto il giro del web.

L’emittente di stato ha chiesto immediatamente scusa per quanto accaduto, con un comunicato dove si invoca la clemenza del pubblico per l’errore umano: ‘In merito al messaggio gravemente offensivo, passato erroneamente in diretta, durante la trasmissione ‘L’anno che verrà’, è sfuggito al filtro, tra gli oltre 150 mila sms arrivati per celebrare l’arrivo del nuovo anno, la Rai porge le scuse a tutti gli spettatori, Il mancato controllo è frutto di un errore umano, il responsabile è stato immediatamente individuato e sospeso‘.

La gaffe dell’orario sbagliato, ricorda l’episodio fantozziano del maestro Canello, che per essere contemporaneamente presente a due veglioni di capodanno, portò avanti l’orologio e festeggiò anzitempo il capodanno, per potere essere presente all’altro evento.

Una scena tra le più divertenti del cinema italiano: ‘Alle dieci e trenta scarse finita la cena, il maestro Canello, che aveva un altro impegno in un altro veglione, barò bassamente annunciando al microfono: Attenzione, mancano tre minuti a mezzanotte, rimettete gli orologi, preparate lo spumante!’.

Sono stati gli stessi spettatori di Rai Uno ad accorgersi della gaffe e a segnalare puntualmente il disservizio alla Rai, Un conto alla rovescia alla Fantozzi, che sicuramente non rimarrà impunito da parte dei vertici della Rai.

Sui social network, la gaffe di Rai Uno è stata fatta oggetto di scherno da parte degli utenti, con tweet e post su facebook, che hanno sbeffeggiato la disattenzione degli organizzatori della trasmissione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche