Straordinario Sold Out per “Eleonora Pimentel Fonseca” con Annalisa Renzulli COMMENTA  

Straordinario Sold Out per “Eleonora Pimentel Fonseca” con Annalisa Renzulli COMMENTA  

Napoli – I tre giorni di programmazione dello spettacolo “Eleonora Pimentel Fonseca. Con civica espansione di cuore”, alla Sala del Capitolo presso la Basilica di San Domenico Maggiore, hanno fatto registrare uno straordinario sold out che ha indotto l’organizzazione a sistemare ulteriori posti a sedere.

L’evento, che ha vantato il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e dell’Istituto per gli Studi Filosofici, nella serata della prima è stato aperto dall’intervento dell’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, che ha sottolineato l’importanza storica e culturale di questa operazione.

La pièce andata in scena in occasione della commemorazione della nascita della Repubblica napoletana del 1799 ha regalato agli spettatori un ritratto sentito, veritiero ed efficace di Eleonora Pimentel Fonseca, che nell’interpretazione di una bravissima Annalisa Renzulli ha ritrovato tutta la forza comunicativa di questo personaggio.

La drammaturgia scritta da Riccardo De Luca, che firma anche la regia, si è valsa di un importantissimo lavoro sulle fonti che ha permesso di inserire frammenti estratti dalle pagine del Monitore Napoletano, da documenti d’archivio e dalle ricerche storiche di Antonella Orefice, che hanno permesso l’inserimento di elementi importanti e poco conosciuti.

L'articolo prosegue subito dopo

Non sono mancati poi elementi di grande impatto scenico ed emotivo con l’inserimento di pezzi come la Marsigliese, J’entends siffler le train, Fiume amaro, quest’ultima cantata da un’intensa Francesca Rondinella. La rappresentazione si è conclusa ogni volta con grandi applausi di entusiasmo e commozione da parte del pubblico nel quale non sono mancati volti cari e noti al pubblico napoletano come Isa Danieli e Franco Javarone, che testimoniano quanto è ancora sentita questa dolorosa pagina storica del nostro territorio.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*