Azzalini licenziato per l’anticipo del countdown di capodanno

Attualità

Azzalini licenziato per l’anticipo del countdown di capodanno

Azzalini licenziato per l'anticipo del countdown di capodanno

La Rai, alla fine, ha licenziato Antonio Azzalini, il responsabile intrattenimento di Rai Uno che decise di anticipare di 40 secondi circa il countdown della notte di Silvestro, trasmessa in diretta sulla rete ammiraglia della Rai.

Le motivazioni del licenziamento di Azzalini

Una decisione che la tv di stato ha giustificato con l’esigenza di ristabilire il rapporto fiduciario con gli ascoltatori, come ha evidenziato in conferenza stampa, Antonio Campo Dall’Orto, il direttore generale di Rai Uno: ‘Ottenere qualche punto di share in più, a discapito del rapporto fiduciario con gli spettatori, non è da considerare ammissibile. La Rai è la casa di tutti ed è costruita proprio sul valore fiduciario con i propri cittadini, un rapporto da custodire giorno per giorno‘.

Ripristinare il ruolo di servizio pubblico

Ripristinare quindi il ruolo di servizio pubblico è l’esigenza primaria di una tv di stato che non ammette superficialità: ‘I cittadini e il pubblico sono il motivo primo dell’esistenza del servizio pubblico televisivo.

Decidere di mettere a rischio questa credibilità è da considerare inaccettabile, per questo motivo abbiamo deciso di allontanare Azzalini. Noi abbiamo un’altra idea di servizio pubblico’.

Azzalini aveva deciso di anticipare il countdown di capodanno

In pratica Azzalini avrebbe deciso di anticipare di 40 secondi il capodanno con la finalità di ottenere qualche punto di share di gradimento in più, senza avere consultato i propri superiori e senza che fosse stato autorizzato da qualcuno.

Il dirigente licenziato si è giustificato asserendo che in passato già altre volte la Rai avrebbe escogitato questo ‘trucchetto’ al fine di ottenere qualche punto di gradimento di share, e che il direttore di Rai Uno, Giancarlo Leone ne era perfettamente consapevole.

Secondo la Rai, la difesa di Azzalini si baserebbe su ‘argomentazioni non veritiere e ulteriormente lesive dell’immagine della nostra azienda che a differenza di quanto da lui affermato, non ha mai anticipato il countdown del capodanno’. Azzalini ha promesso battaglia, annunciando che farà ricorso alla giustizia per fare valere le proprie ragioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche