Intenzioni di voto: risale il M5S, crolla la Lega di Salvini COMMENTA  

Intenzioni di voto: risale il M5S, crolla la Lega di Salvini COMMENTA  

Bene i maggiori partiti italiani, male la Lega. E’ questo il responso degli ultimi sondaggi politici sulle intenzioni di voto degli italiani, che hanno ridato vigore al M5S in ascesa, dopo i dati deludenti di febbraio.

Occorre tenere in considerazione il fatto che questi rilevamenti sono stati effettuati prima dello shock dei fatti di Bruxelles, che inevitabilmente condizionano anche psicologicamente l’elettore. Sarà importante conoscere l’orientamento dell’elettorato anche alla luce delle reazioni del governo italiano agli attentati terroristici e alle dure prese di posizione di Salvini, iperpresente nei talk show politici.

La stessa Lega Nord, negli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto, ha fatto registrare un crollo importante negli ultimi mesi, e sarà importante capire se l’elettorato condividerà o meno il grido di allarme di Salvini che chiede maggiore fermezza contro l’immigrazione clandestina.

L’ultimo sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato dall’istituto Swg, ha evidenziato un calo deciso dell’astensionismo, dello 0,4% rispetto al rilevamento della settimana prima.

L'articolo prosegue subito dopo

Avanzia il Pd, il partito di governo che fa capo al presidente del Consiglio Matteo Renzi, che guadagna lo 0,4% attestandosi al 34%. Va bene anche il M5S che recupera 0,6 punti e raggiunge la percentuale tonda del  23%, invertendo il trend negativo dei primi mesi del 2016. Male, come detto in precedenza, la Lega Nord che perde lo 0,7% scivolando al 14,7%.

Rimane fermo al 12,8% Forza Italia, un dato sostanzialmente deludente mentre Fratelli d’Italia recupera uno 0,3% arrivando al 3,9% tallonando da vicino Sinistra Italiana, che perde ancora lo 0,1% attestandosi al 4%. In calo anche il Nuovo Centrodestra che perde 0,1 punti percentuali attestandosi al 3,3%.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*