5 stelle, caos rimborsi, Grillo incontra parlamentari

News

5 stelle, caos rimborsi, Grillo incontra parlamentari

Il caso della diaria e l’espulsione di Andrea Venturino dal Movimento 5 Stelle ha creato non poco caos all’interno del Movimento 5 Stelle, stemperate dall’arrivo di Beppe Grillo alla Camera, per il suo primo ingresso a Palazzo dopo le elezioni. Un incontro nel corso del quale Grillo ha chiesto in tono fermo di rinunciare ai soldi, definendo chi si comporterà come il vicepresidente Venturini un ‘pezzo di merda’. “Non si fa la cresta su ciò che non è rendicontato”, ha detto il comico genovese ma i ‘suoi’ hanno risposto che se ne parlerà tra una settimana “in assemblea”. Grillo però non ci sta e quello che doveva essere un incontro per ricompattare i cinque stelle è divenuto un rimprovero sfociato nell’annuncio di una black list con nomi e cognomi dei deputati intenzionati a tenersi i soldi.

Nel corso della riunione, non si è parlato solo di soldi ma anche del discorso comunicazione, in merito al quale Grillo ha dichiarato: “Andate in televisione a spiegare ai cittadini le nostre idee, purché non siano talk-show”, aprendo dunque alla partecipazione dei ‘suoi’ ai talk show televisivi.

“Abbiamo fatto un decalogo.

Tutto ciò che è eccedente me lo prendo io; anzi, io e Casaleggio!”, ha ironicamente commentato Grillo a fine giornata, cercando così di stemperare la tensione interna, agli occhi di chi è fuori dal Movimento e da palazzo. Ma i dissapori rimangono.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche