6 aprile 1896: I primi Giochi Olimpici moderni

Storia

6 aprile 1896: I primi Giochi Olimpici moderni

Con la cerimonia di inaugurazione tenutasi nello stadio Panathinaiko,l’antico stadio ateniese fatto restaurare grazie ai fondi di alcuni benefattori greci, davanti a più di 80.000 persone e alla famiglia reale, il sogno del barone Pierre de Coubertin diventava realtà. Era il Lunedì dell’Angelo, e con la partecipazione di 241 atleti (la stragrande maggioranza greci) iniziavano i primi Giochi Olimpici dell’era moderna, due anni dopo che durante il primo congresso del neonato Comitato Olimpico Internazionale si decise che sarebbe stata Atene, simbolo della Grecia classica dove i Giochi erano nati, ad ospitarli. La cerimonia si concluse con un discorso del principe Costantino e l’esecuzione per la prima volta di quello che diventerà l’inno olimpico, composto da Spyridon Samaras con testo del poeta Kostis Palamas. La lettura del giuramento da parte degli atleti e l’accensione della fiamma olimpica, i due eventi basilari delle moderne cerimonie d’apertura, saranno introdotti solo successivamente, la prima ad Anversa nel 1920, la seconda ad Amsterdam nel 1928.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...