6 giugno 1944: D-Day

Storia

6 giugno 1944: D-Day

Dopo la sconfitta nazista a Stalingrado e il successo dello sbarco in Sicilia appariva chiaro che per dare il colpo di grazia a Hitler occorresse aprire un nuovo fronte in Europa occidentale. Dopo mesi di riunioni la decisione cadde sul nord della Francia. L’Operazione Overlord fu la più grande operazione militare di sbarco della storia; preceduti da un lancio nella nottata di paracadutisti, che avrebbero dovuto assicurare i principali ponti della regione, e da un fitto bombardamento delle coste, circa 135.000 soldati alleati sbarcarono da migliaia di navi sulle spiagge della Normandia in cinque punti diversi. La resistenza tedesca fu tenace, soprattutto ad Omaha Beach dove avvenne un vero massacro, ma nonostante questo gli alleati sfondarono ovunque. A fine giornata i morti si contarono a migliaia ma l’esercito alleato aveva assicurato una testa di ponte in territorio francese, le sorti della guerra erano decisamente cambiate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

pillar-capitals-2367488_960_720
Storia

I tre ordini architettonici greci

22 agosto 2017 di Notizie
Gli ordini architettonici  sono la più grande invenzione introdotta dai Greci nell'arte della costruzione. Tale invenzione risponde principalmente all'esigenza di eliminare qualsiasi forma di casualità nella realizzazione di un edificio.