60 concerti gratuiti per la festa della Musica

Cultura

60 concerti gratuiti per la festa della Musica

Palazzo_Cusani_Casa_della_Musica_di_Parma

Parma – Sabato 20 e domenica 21 parte la terza edizione della Festa della Musica con 60 concerti gratuiti, 220 musicisti, 7 palchi, 22 ore di musica dal vivo.

Si suonerà presso i palchi di piazzale della Pace, borgo delle Cucine, piazzale San Bartolomeo e via Carducci, a partire dalle 18 di sabato. Protagonista indiscussa delle serate la musica: pop-rock, folk, country e etnico, ma anche la musica classica e l’alternative rock. Aderirà anche l’Istituzione Casa della Musica che proporrà l’ ingresso a 1€ nei propri musei – Museo dell’Opera, Casa del Suono e Museo Casa Natale Arturo Toscanini – oltre ad un concerto di musiche da camera di Wolfgang A. Mozart, eseguite dai “Cameristi Farnesiani”, nel suggestivo Piazzale San Francesco.

“Quest’anno abbiamo deciso di ampliare – ha spiegato l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – le attività della Festa su due giornate, coinvolgendo molti luoghi del centro storico con una offerta musicale e culturale estremamente variegata, grazie alla generosità degli artisti che metteranno a disposizione il loro talento.

La manifestazione coincide, oltretutto, con il ricco programma di Ingrediente Parma: quello di sabato 20 e domenica 21 sarà dunque un fine settimana dedicato alla musica, alla cultura e alla riscoperta dei nostri prodotti gastronomici per le strade e le piazze del centro”.

Ci saranno anche due ospiti d’eccezione: i Foxhound, che si esibiranno alle ore 22 di sabato 20 giugno in piazzale della Pace, e Colapesce che chiuderà la Festa della Musica alle 22 del 21 giugno in piazzale della Pace, presentando il suo ultimo album “Egomostro”.

Ad aprire il concerto di Colapesce saranno Ugo Cattabiani e la band indierock Winter dies in June che hanno vinto i ParmAwards 2015, ideati da Rockaparma di Pierangelo Pettenati.

Giulia Guandalini, voce di K-rock presenterà Colapesce e salirà sul palco per premiare la foto più bella del concorso MUSICA E’, promosso da Ig_Parma. Chiunque lo voglia, infatti, su Instagram (hashtag #MUSICAPARMA2015 e #IG_PARMA) potrà postare le proprie foto della Festa della Musica.

Hanno aderito a questa manifestazione: Alessandro Colpani, Andrea Carri, Black Cat and the White Rabbits, Chain Collision, Colapesce, Corpo Bandistico “G.

Pini” di Fontanellato, Corpo Bandistico “G. Verdi” Di Parma, Deep Floyd, Different Times, Dissidia, Dj Dado 2, Dorothy, Due Tempi, Duo Anversa/Melani, Ellephant, E-Motu, Fakir Thongs, Figli dei Fuori, Folk Band “Tullio Candian” di Montechiarugolo, Foxhound, Fra’ Tak, Gian e i Cantautori Atomici, Goblin Family, I Cameristi Farnesiani, Kaptain Preemo, La Compagnie Du Pomme De Terre, La Restaurazione, L’edera, Leztze Tanze, Logan, Lonesome 4, Maghi di Carroz, Maria Caruso, Mezza Banda Di Mezzani, Monolith, Musica Cruda, Nayan, Nick & Nick, Nicholas Merzi, Normativa, Nota Gitana, Panic Room, Passo Carrabile, Priscilla Marvel, Quartetto Dispari, Raffaele Valente, Reflue, Said, Six Band, Sound Color, Strawdaze, Sugar Kandinsky, The Jacksonville, The Jacobs, The Lemon Flavour, Trio Ted, Ugo Cattabiani, Vipers And Lambs, Wet Blankets, Winter dies in June.

La manifestazione è curata dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, ha beneficiato del sostegno di Banca Monte Parma e della sponsorizzazione tecnica di Fondazione Teatro Regio e Conad, ed è stata realizzata in collaborazione con: Comitato Via Carducci, Bar Cristallo, Caffetteria Carducci, Bar Max and Giò, Bar Cantarelli, Torrefazione Gallo, Bar Chicco D’Oro, Enoteca Bar Bollicine, Rockaparma, Rock Pigeon, Ig_Parma.

2 Trackback & Pingback

  1. 60 concerti gratuiti per la festa della Musica | Ultime Notizie Blog
  2. 60 concerti gratuiti per la festa della Musica

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Terremoti
Cultura

Cosa sono i terremoti

26 settembre 2017 di Notizie

I terremoti nella storia hanno provocato centinaia di migliaia di morti. Scopri la loro origine, come si misurano e quali sono le cause principali di questi fenomeni naturali.