7 cibi che combattono l’infiammazione ed il grasso addominale

Salute

7 cibi che combattono l’infiammazione ed il grasso addominale

Frutta e verdura

Tutta la frutta e la verdura, grazie ai loro nutrienti e alle fibre, aiutano a combattere l’infiammazione cronica, così siate certi di includere quantità adeguate di questi cibi giornalmente. Alcuni tipi di prodotti freschi, comunque, sono anche più potenti di altri.

Alcune straordinarie frutta e verdura antiinfiammatorie da includere nel vostro pasto sono mele, bacche, broccoli, funghi, papaya, ananas e spinaci.

Tè verde

Questa leggera bevanda è meravigliosa per aiutare a restringere il vostro girovita e per diminuire l’infiammazione. I flavonoidi presenti in questo tè hanno naturali proprietà antiinfiammatorie. Ed è stato dimostrato che il componente EGCG del tè verde aiuta a ridurre il grasso corporeo.

Grassi monoinsaturi

Questi grassi salutari per il cuore aiutano ad aumentare i livelli di colesterolo sano HDL e riducono l’infiammazione totale. Grandi fonti includono olio di oliva, mandorle ed avocado.

Acidi grassi Omega-3

Una ricerca ha dimostrato che un’alta percentuale di acidi grassi Omega-3 ed una bassa percentuale di acidi grassi Omega-6 è legata alla diminuzione dell’infiammazione.

Fonti di cibo che hanno gli Omega-3 includono noci, seme di lino e pesce, come il salmone dell’Alaska.

Spezie

Alcune spezie, che comprendono aglio, curcuma, cannella, zenzero e peperoncino, hanno potenti capacità di riduzione dell’infiammazione, così cercate di aggiungerli ai pasti il più spesso possibile.

Acqua

Restare idratati è essenziale per far uscire dal vostro corpo le tossine che causano l’infiammazione. Raggiungete i 2 l d’acqua al giorno. Ricordate: aggiungete 2 dl d’acqua per ogni 30 minuti di esercizio fisico.

Cereali integrali

Ricchi di fibre, i cereali integrali aiutano a controllare la reazione d’insulina nel vostro corpo. L’alto contenuto di vitamina B dei cereali integrali aiuta anche a ridurre l’ormone infiammatorio dell’omocisteina nel corpo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche