7 giugno 1494: Il Trattato di Tordesillas COMMENTA  

7 giugno 1494: Il Trattato di Tordesillas COMMENTA  

La scoperta del Nuovo Mondo da parte di Cristoforo Colombo pose il problema della spartizione di quelle nuove terre tra le due maggiori potenze marittime dell’epoca, il Portogallo e la Spagna.

Quest’ultima partiva da una posizione di forza in quanto la bolla papale Inter Caetera  emanata da Alessandro VI, lo spagnolo Rodrigo Borgia, garantiva alla Spagna il possesso di tutte le terre ad ovest di un meridiano posto a 100 leghe dall’Isola di Capo Verde.

Le proteste del re di Portogallo Giovanni II portarono alla stipula di un nuovo trattato, che venne firmato dai due paesi nella cittadina castigliana di Tordesillas e approvato da papa Giulio II.

La linea di demarcazione tra le due aree di influenza venne spostata a 370 leghe dall’isola di Capo Verde; la Spagna manteneva il controllo di gran parte delle Americhe, il Portogallo invece entrava in possesso dell’immenso territorio del Brasile.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*