79enne solo nella sua abitazione trovato senza vita in un lago di sangue COMMENTA  

79enne solo nella sua abitazione trovato senza vita in un lago di sangue COMMENTA  

Accasciato a terra in cucina. In un lago di sangue. Alberico Cannizzaro, 79 anni, è morto così, nella sua casa di piazzale Radaelli 1 a Marghera, una villetta quadrifamiliare nella quale abitava con la moglie da cinque anni. Sulle cause del decesso incombe l’ipotesi dell’omicidio.


Fino a tarda sera gli agenti della Scientifica hanno analizzato l’abitazione, cercando tracce per far scattare le indagini per omicidio.  L’ipotesi non è confermata in quanto gli investigatori si sono stretti nel più totale riserbo – sul collo del 79enne sarebbe stato riscontrato un taglio alla gola.


È stato il figlio Corrado, parroco della chiesa di San Pietro Orseolo di via Don Sturzo, a Carpenedo, a trovare il corpo del papà ieri pomeriggio, alle 16.30, quando è andato a trovarlo perché da qualche ora non rispondeva più al telefono.


Ed è prete anche l’altro figlio, Stefano, amministratore parrocchiale di San Paolo, in via Stuparich, tornato di corsa dalla montagna dove si trovava con la madre per un campo scuola con i ragazzi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*