Nuovo sistema di rilevamento infrazioni: multe dall’alto con l’elicottero Pegasus

Tecnologia

Nuovo sistema di rilevamento infrazioni: multe dall’alto con l’elicottero Pegasus

Nuovo sitesma di rilevamento infrazioni: multe dall'alto con l'elicottero Pegasus

Arriva Pegus, l’elicottero che ci farà le multe dall’alto

Uno dei più grandi incubi degli italiani: le multe. Se, fino ad oggi nelle nostre piccole infrazioni ci siamo considerati fortunati per l’assenza di un vigile, e per aver evitato la multa, adesso forse, non lo saremo più. Grazie al sistema di rilevamento aereo Pegasus.

Con Pegasus le multe pioveranno dal cielo. Non è un modo di dire ma una nuovissima iniziativa che permette di scattare foto anche a un chilometro di distanza. L’elicottero che è dotato di un innovativo sistema di rilevazione delle infrazioni , si chiama ‘Pegasus’, sistema sperimentato già da tempo in Spagna, e che presto sarà impiegato in Italia, in prevalenza sulle strade statali.

Il sistema Pegasus funziona utilizzando un sensore radar montato direttamente sugli elicotteri, che pattugliando le strade potrà intercettare e bloccare i guidatori imprudenti. Nello specifico tecnico, sul mezzo sono montate due telecamere che inquadrano il veicolo da sanzionare e quindi la sua targa.

I sensori calcolano poi la velocità fino a 360 km/h ad un’altezza di 300 metri dal suolo, fino a un chilometro di distanza dal mezzo da immortalare. Una volta registrata l’infrazione, questa viene automaticamente inviata al centro elaborazione dati e da qui allo sfortunato contravventore. Dai dati registrati, sembra che la sperimentazione funzioni molto bene: il tasso di infrazioni rilevate in relazione ai veicoli controllati è risultato infatti molto più alto dei radar fissi: siamo ad un 17% contro un misero 3,5%. Su 8500 veicoli che sono stati controllati dal primo elicottero in un anno, in 428 ore di volo ne sono stati sanzionati 1.441. Nonostante la spending review, Pegasus potrebbe presto sorvolare anche il cielo italiano, quale utile impiego contro i trasgressori. Quindi sarò bene fare un ripassino del codice della strada e evitare sbadatezze che, presto, verranno immortalate senza pietà. Forse presto avremo anche i droni a farci le sanzioni, insomma, con il passare del tempo, nessuna via di scampo alle infrazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.