9 febbraio 1900: Nasce la Coppa Davis

Storia

9 febbraio 1900: Nasce la Coppa Davis

Con l’incontro tra Stati Uniti e Regno Unito tenutosi sui campi di Brookline, nel Massachusetts, prendeva vita il progetto di Dwight Filley Davis, studente di Harvard che insieme a tre suoi compagni di studi, appartenenti al club tennistico dell’ateneo, desiderava confrontarsi in un evento sportivo con i corrispettivi britannici. Organizzò da solo la formula del torneo e finanziò coi propri soldi l’acquisto del trofeo in argento da mettere in palio. Quella prima sfida vide gli Stati Uniti trionfare con un 3-0, vittoria bissata nella seconda edizione, tenutasi due anni dopo. Nel 1905 entrarono a far parte del torneo anche Belgio, Austria, Francia e Australasia (un mix di tennisti di Australia e Nuova Zelanda) per poi via via comprendere tutte le altre nazioni del mondo e diventare quella specie di “campionato mondiale” di tennis che è attualmente. Il trofeo prese il suo odierno nome ufficiale dopo la morte del fondatore, nel 1945.

Piccola nota di orgoglio nazionale, il tennista che vanta il maggior numero di vittorie nel torneo è il nostro Nicola Pietrangeli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche